Cronaca

​Picchia la convivente davanti ai figli​

Aggressione e minacce di morte: arrestato un sorvegliato speciale


Ha malmenato e
minacciato di morte la convivente.

I carabinieri hanno arrestato un
31enne per maltrattamenti in famiglia
e violazione degli obblighi
imposti dalla sorveglianza speciale
Al 112 è giunta una telefonata di
una donna che chiedeva l’intervento
di una pattuglia in quanto il suo
convivente, in forte stato d’agitazione,
l’aveva aggredita. I militari,
giunti sul posto, hanno trovano la
casa completamente a soqquadro.
Gli immediati accertamenti hanno
consentito in breve tempo di
rintracciare la convivente ed i loro
due figli minori, in un’abitazione
vicina dove si erano rifugiati per
evitare ulteriori conseguenze dovute
dell’aggressione.

La donna
ha deciso di sporgere denuncia nei
confronti del convivente poiché
era rimasta vittima dell’ennesima
aggressione degenerata questa volta
in percosse e minacce di morte. Al
termine degli accertamenti i carabinieri
hanno scoperto un contesto
di assoggettamento psicologico e
vessatorio in cui versava la malcapitata
.
La triste vicenda si è conclusa
con l’arresto del 31enne in quanto
ritenuto responsabile, oltre che del
reato di maltrattamenti in famiglia,
anche della violazione della misura
di prevenzione personale alla quale
era sottoposto. Su disposizione del
pm di turno presso la Procura del
capoluogo jonico è stato trasferito
presso nella casa circondariale di
Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche