11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

​Imu e Tari, cartelle pazze: il Comune corre ai ripari​

Pioggia di segnalazioni. Le verifiche della direzione Tributi


«Il Comune sta
inviando avvisi di pagamento a
migliaia di cittadini. Si tratta di
cartelle dell’Imu anno 2012 a chi,
come nel mio caso, ha già pagato».

È solo una delle segnalazioni
giunte negli ultimi giorni alla
nostra redazione. In questo caso a
scriverci è un contribuente tarantino
che si è visto recapitare a casa
la notifica dell’ufficio Tributi del
Comune.

«Nel mio caso – spiega
in una lettera inviata a redazione@
tarantobuonasera.it – oltre al fatto
che è tutto regolare e che abbiamo
tutte le ricevute dei pagamenti, le cartelle sono già andate in
prescrizione perchè trascorsi i 5
anni. Inoltre si manda un avviso
ad una persona morta già da più di
due anni, senza che nessuno possa
ritirare la famosa raccomandata di
cui l’avviso. Chi sta effettuando
questo servizio non sa quello che fa
oppure ha speranza che, pescando
nel buio, qualcuno non trovando
la ricevuta la paga nuovamente. Le
raccomandate che stanno mandando
chi le paga? E i permessi che devono
prendere le persone per recarsi al
Comune chi li paga?».

Venerdì scorso, in una nota, il Comune ha spiegato: «Riguardo ai
provvedimenti di accertamento e
liquidazione Imu e Tari notificati
ai contribuenti entro il 31.12.2017,
si rappresenta che la direzione
Tributi del Comune, in relazione
alle eventuali anomalie riscontrate,
provvede in tempi brevi alla verifica
e all’aggiornamento e rettifica
dei provvedimenti. Inoltre, nei
casi più complessi, l’esercizio del
potere di autotutela potrà comunque
essere esercitato dall’Ente previa
relativa istruttoria al fine di evitare
contenziosi presso la commissione
Tributaria».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche