Cronaca

​Ambiente e salute, Marina Militare in campo​

Accordo con il Polo scientifico tecnologico


Marina Militare e Polo scientifico
tecnologico di Taranto alla ricerca di nuove sinergie
per ambiente e salute.

Nei giorni scorsi, una rappresentanza della Marina
Militare proveniente dallo Stato Maggiore e da
alcune Componenti Operative Specialistiche, quali
quella Idrografica, Sommergibili, Forze Speciali
del Comando Subacqueo Incursori e Sanitaria,
accompagnata per l’occasione dall’Ammiraglio
Comandante Marittimo Sud, Ammiraglio di Divisione
Salvatore Vitiello, ha visitato il Polo Scientifico
Tecnologico “Magna Grecia” dell’Università degli
Studi di Bari Aldo Moro, che si trova al quartiere Paolo
VI, incontrando i professori responsabili, per verificare
la possibilità di sviluppare nuove opportunità di
collaborazione scientifica tra la Forza Armata e il
polo universitario.
Ad accogliere la delegazione, il responsabile del
Polo, il prof. Angelo Tursi, ordinario di Ecologia
ed Ecologia applicata,
il prof. Giuseppe Mastronuzzi, ordinario
di Geomorfologia, il
dott. Roberto Carlucci
ricercatore di Ecologia,
e la dottoressa Lucia
Pellegrino responsabile
dei rapporti con la Marina,
tutti dell’Università degli
Studi di Bari.

La visita segue un filone
di rapporti consolidati
con il dicastero e rafforzati dopo l’incontro dello
scorso 16 novembre del Capo di Stato Maggiore della
Marina, ammiraglio Valter Girardelli con il Magnifico
Rettore dell’Ateneo barese, il professor Antonio Felice
Uricchio in cui sono state mostrate le molteplici
potenzialità del centro di eccellenza universitaria.
Il Polo scientifico tecnologico “Magna Grecia”
grazie ai suoi ricercatori e ai suoi avanzati laboratori
che affrontano aspetti di chimica dell’ambiente,
monitoraggio e misure, osservazione della terra
e scienze del mare, offre numerose opportunità
di collaborazione con la Marina in diversi campi
ambientali, quali la biologia, la cartografia,
l’oceanografia, la geomorfologia, tutti incentrati sul
particolare ambiente in cui opera la Forza Armata
che è lo spazio marittimo.

«La visita e l’incontro sono stati molto proficui – si
legge in una nota – e sicuramente saranno incentivo
di nuove sinergie tra l’Università degli Studi di Bari
Aldo Moro e la Marina Militare che andranno ancor
più a consolidare la stretta collaborazione attiva già
diversi anni e disciplinata da un accordo quadro
sottoscritto nel 2015 e operante in diversi ambiti quali
la formazione, la salute e l’ambiente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche