21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 18:53:00

Cronaca

​Revocati gli arresti domiciliari: giudizio immediato per Condemi e Renna​

Presi per aver chiesto soldi a imprenditore per un lodo arbitrale


Soldi per il lodo
arbitrale: sono tornati in libertà
l’avvocato Filippo Condemi e l’ex
consigliere comunale Aldo Renna,
in attesa del processo con giudizio
immediato.

Il gip Vilma Gilli ha revocato gli
arresti domiciliari accogliendo
la richiesta degli avvocati Rocco
Maggi e Matteo Giaccari i quali
difendono rispettivamente Condemi
e Renna.
Il provvedimento è stato emesso
dopo il via libera dato dal pm Enrico
Bruschi, titolare dell’inchiesta,.
Filippo Condemi e Aldo Renna
dovranno comparire il prossimo 4
maggio dinanzi al giudici della prima
sezione nel tribunale collegiale.
I due sono stati presi a dicembre
scorso dalla Guardia di Fianza
Fermati mentre intascavano una
bustarella chiesta per aggiustare
un arbitrato.

Secondo la denuncia di un imprenditore,
presidente di una cooperativa
che si occupa di migranti, i due
gli avrebbero chiesto 3mila euro
per vincere un lodo arbitrale.
Condemi e Renna sono stati fermati
dai militari delle Fiamme gialle in
un bar che si trova a pochi metri
dallo studio legale del primo proprio
mentre ricevevano la somma
pattuita dalla vittima della presunta
estorsione.
Condemi era finito ai domiciliari
mentre Renna era stato condotto
in carcere. Cataldo Renna è
stato consigliere comunale per il
centrodestra. Condemi, invece,
non ricopriva da tempo incarichi
politici. Anni fa è stato assessore
ai Lavori pubblici e poi candidato
sindaco nel 2012 per il centrodestra
sostenuto da un movimento politico
che portava il suo nome.
A maggio prossimo c’è il processo
con rito immediato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche