Cronaca

​Statale 100 troppo pericolosa, un tavolo tecnico​ monotematico

Grazie al Comitato Strade Sicure


Le criticità della
strada statale 100, teatro di continui
incidenti, purtroppo mortali, arrivano
in Regione e, grazie al Comitato
Strade Sicure, diventano oggetto
di discussione di un tavolo tecnico
monotematico.

Forse, dopo anni di attesa e di
battaglie, arriva una svolta nella
risoluzione della questione. L’assessore
regionale alla Mobilità
Antonio Nunziante, infatti, ha dichiarato
la massima disponibilità a
programmare l’intervento proposto
dal Comitato e cioè “l’allargamento
a quattro corsie della statale 100
fino a San Basilio, laddove si dovrà
comunque dare corso all’ipotesi di
agganciarsi all’autostrada Bologna
– Taranto, con conseguente arretramento
della barriera autostradale”.
Per il tratto che attraversa l’agro di
Gioia del Colle e Mottola, la statale
100 è tra le strade pugliesi a più
alto indice di mortalità.

Un dato
allarmante confermato dall’Arem,
l’Agenzia regionale per la mobilità
nella Regione Puglia. Sono circa
venti chilometri, per la maggior
parte ricadenti in territorio mottolese.
I tratti più critici, lo svincolo
per San Basilio e la Galleria Mauro.
Già due gli incidenti mortali verificatisi
dall’inizio dell’anno, cinque
le vittime.
“Se quella strada non sarà messa
in totale sicurezza, si continuerà
a morire sotto l’indifferenza e la
complicità di chi, invece, sarebbe
dovuto intervenire per tempo”.
Questo l’appello lanciato da Vanni
Caragnano, presidente del Comitato
Strade Sicure prima durante un
incontro in Prefettura, a Taranto,
il 23 gennaio. Poi, l’altro giorno in
Regione, al tavolo tecnico, cui hanno
preso parte oltre, all’assessore
Nunziante, anche il responsabile
coordinamento territoriale Anas
Matteo Castiglioni e Carlo Pullano
sempre per l’Anas, Donato Lucilla
per il Comune di Gioia del Colle e
Lamberto Perulli per Confindustria
Puglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche