Cronaca

​La “nuova” biblioteca entro diciotto mesi​

Firmato il disciplinare. Due milioni per i lavori


Negli uffici della Regione Puglia è
stato firmato il disciplinare per la riqualificazione
della Biblioteca Acclavio che regola i rapporti
tra l’Ente regionale e il Comune di Taranto.

Con questo atto, che ha valore contrattuale, si
entra nel vivo della fase esecutiva e si dà lo start
ufficiale ai lavori.
In risposta all’avviso pubblico “Smart-in Puglia
Community Library, Biblioteca di comunità:
essenza di territorio, innovazione, comprensione
nel segno del libro e della conoscenza”, il progetto
del Comune di Taranto ha avuto l’ok della
commissione di valutazione e si è classificato
terzo su 135 proposte progettuali presentate nella
graduatoria complessiva regionale in base a una
griglia di punteggi attribuiti ed ha ottenuto un
finanziamento di due milioni.

«Un risultato, dunque, – commenta l’assessore
ai Fondi Strategici, Massimiliano Motolese
– che è l’esito di un lavoro di squadra portato
avanti con professionalità e efficienza dal Rup, il geometra Vincenzo Piccolo, gli uffici della
direzione Lavori Pubblici e dalla loro dirigente,
Erminia Irianni, nonché dal responsabile
della Biblioteca Acclavio, Gianluigi Pignatelli
cui va senz’altro l’apprezzamento. Adesso
entriamo concretamente nella parte attiva
della progettazione esecutiva e procederemo
direttamente con l’affidamento dei lavori.
Contiamo di poter consegnare la biblioteca con
il suo nuovo look entro diciotto mesi».
La riqualificazione prevede: rifacimento di
copertura e infissi, ripristino degli impianti
di aria condizionata, completamento della
pratica antincendio, la realizzazione di locali
per archivio, le opere per l’efficientamento
energetico, la risoluzione delle problematiche
relative alle infiltrazioni d’acqua piovana, la
rivisitazione di tutto l’apparato illuminotecnico
e le opere che emergeranno dal piano di
gestione cioè la nuova destinazione locali e le
sistemazioni esterne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche