Cronaca

Asl, l’ultimo azzardo

In via Pupino arriva il servizio contro gioco e dipendenze patologiche


Dal 1° gennaio il Servizio
Gioco D’azzardo Patologico
della Asl di Taranto ha trasferito la
propria sede nei locali di via Pupino
2 a Taranto.

Istituito in seguito ad un progetto
regionale dal direttore generale,
Stefano Rossi e dal direttore del
Dipartimento Dipendenze Patologiche,
Vincenza Ariano, il servizio
è coordinato dalla dottoressa Margherita
Taddeo.
Il Centro, che è aperto dal lunedì al
venerdi dalle 8 alle 13 e il martedi
e giovedi anche dalle 15 alle 17, si
occupa della prevenzione e cura
del disturbo del gioco d’azzardo
patologico (Gap) e delle altre dipendenze
patologiche comportamentali:
dipendenza da internet e nuove tecnologie,
dipendenza dal sesso (sex
addiction), dipendenza affettiva,
dipendenza dagli acquisti (shopping
compulsivo).

Alla prima fase di accoglienza
e valutazione segue una
diagnosi multidisciplinare necessaria
alla formulazione di un percorso
terapeutico individualizzato medico,
psicologico-psicoterapeutico individuale,
di coppia, familiare e di
gruppo.
Possono rivolgersi al servizio, oltre
ai soggetti affetti da dipendenza da
gioco patologico, tutti coloro che
vogliano ricevere informazioni e
consulenze sul disturbo da gioco
d’azzardo patologico e le altre dipendenze
comportamentali, compresi
gli enti, le scuole, le associazioni
del territorio.
L’accesso al servizio è diretto, libero
e gratuito; il contatto può avvenire telefonicamente o presentandosi in
sede.

Il servizio gioco d’azzardo
patologico e altre dipendenze comportamentali,
opera tramite equipe
composte da operatori con differenti
competenze, in grado di intervenire
sulla persona in modo globale. Sono
presenti queste professionalità: medico,
psicologo, infermiere, educatore
professionale,
L’equipe del servizio è formata da:
Margherita Taddeo (coordinatrice,
Psicologa-Psicoterapeuta) Mina
Montagna (Sociologa), Antonella
Evangelista (Educatrice), Germana
Castoro (Psicologa-Psicoterapeuta),
Lucia Ponzetta (Infermiera), Patrizia
Crescenzio e Carmela Giannico.

E’ possibile contattare il servizio
ai seguenti numeri telefonici: 099
4585478- 0994585503.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche