06 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Dicembre 2021 alle 07:05:17

Cronaca

Rapinatore tarantino finisce in trappola dopo il colpo in banca


TARANTO – Un rapinatore tarantino è stato preso dai carabinieri, a Bologna, subito dopo il colpo in banca. I militari del Nucleo Investigativo del capoluogo emiliano, davanti agli occhi increduli degli impiegati, hanno arrestato il trentacinquenne Luca Galeandro, il quale, insieme ad un complice, aveva appena messo segno un colpo l’agenzia della Cassa di Risparmio di Ravenna situata via Barelli. Con il volto coperto da casco e cappellino, armati di taglierino, avevano infatti minacciato gli impiegati facendosi consegnare circa 10mila euro che erano custoditi nelle casse ma, prima che riuscissero ad eclissarsi sono stati intercettati dai carabinieri in borghese del comando provinciale di Bologna. Poco prima i militari dell’Arma da lontano aveva notato i due malviventi arrivare in scooter nei pressi dell’ingresso dell’istituto di credito , quindi avevano visto scendere il passeggero il quale dopo essersi tolto i il casco, con occhiali da sole e berrettino aveva fatto irruzione nella banca.

Ad attirare l’attenzione dei carabinieri è stato soprattutto un particolare dell’abbigliamento del malfattore che guidava la moto. Completamente vestito di nero, dopo essersi allontanato qualche centinaio di metri si è fermato, si è guardato attorno ed è tornato indietro. In quei frangenti i militari in borghese hanno visto sporgere da sotto il casco una sciarpa. In quell’istante hanno avuto il sospetto che i due stessero per portare a termine una rapina al vicino istituto di credito. Grazie al loro intuito i carabinieri sono riusciti a bloccare uno dei malviventi all’uscita della banca . Stava entrando per aiutare il complice, prima che i dipendenti potessero lanciare l’allarme. Nel corso della colluttazione ingaggiata per fermarli, il complice è riuscito a scappare con la refurtiva. E’ stato successivamente accertato che la moto utilizzata dai banditi era stato rubata due giorni prima ad una donna di Crevalcore. La proprietaria aveva subito denunciato il furto alla Questura di Bologna. Lo scooter, infatti, appena è stato recuperato è stato restituito alla donna. Una operazione andata a buon fine grazie ai carabinieri del Nucleo investigativo di Bologna i quali hanno notato il fare sospetto dei centauri e hanno immediatamente tenuto la situazione sotto controllo . Avevano visto giusto in quanto quei due sotto la minaccia di taglierini stavano mettendo a segno un colpo alla filiale della Cassa di Risparmio di ravenna. L’equipaggio dell’auto “civetta” dell’Arma è riuscito alla fine ad arrestare uno dei due malfattori. Il rapinatore tarantino è stato condotto in cella con l’accusa di rapina aggravata e di ricettazione. Il complice che come detto è riuscito ad evitare l’arresto portandosi dietro anche il bottino di 10mila euro, è attivamente ricercato. Intanto nelle prossime ore Luca Galeandro, che è stato condotto nella casa circondariale di Bologna, sarà interrogato dal giudice delle indagini preliminari, nell’udienza di convalida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche