02 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 02 Dicembre 2021 alle 10:58:00

Cronaca

Nascose la pistola utilizzata in un tentato omicidio, ha ottenuto i domiciliari

Il gup lo ha giudicato con il rito abbreviato


Nascose la pistola
utilizzata in un tentato omicidio, il 25
aprile scorso, in pieno centro a Massafra.

Orazio Coronese,
45anni, è stato condanato a
tre anni di reclusione e ha ottenuto i
“domiciliari” .
Il gup che lo ha giudicato con il rito
abbreviato lo ha mandato a casa accogliendo
la richiesta avanzata dai difensori
dell’uomo, gli avvocati Fabrizio
Lamama e Ignazio Dragone.
Erano stati i carabinieri dell’Aliquota
operativa della Compagnia di Massafra
a fermare Orazio Coronese,
per detenzione illegale di arma e per
favoreggiamento. Il 25 aprile in piazza
Vittorio Emanuele erano stati esplosi
alcuni colpi d’arma da fuoco uno dei
quali aveva colpito accidentalmente il
finestrino posteriore di un’autovettura
su cui viaggiava una famiglia. Le
schegge di vetro avevano provocato
lievi lesioni ad una giovane che era sul
sedile posteriore.

Le indagini condotte
dagli investigatori avevano consentito
in poche ore l’identificazione e l’arresto
del presunto autore, un 31enne sorvegliato
speciale , il quale, per motivi da
ricondurre a contrasti personali, aveva
esploso alcuni colpi d’arma da fuoco
all’indirizzo di un 37enne già noto alle
forze dell’ordine. Nella circostanza
non era stata rinvenuta l’arma ma durante
il sopralluogo in piazza Vittorio
Emanuele erano stati repertati alcuni
bossoli calibro 6.35.Durante le perquisizioni
a carico di diversi pregiudicati
i militari avevano rinvenuto, in una
cantina in uso a Coronese, la pistola
utilizzata durante la sparatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche