Cronaca

Ilva, Calenda: «Confermati 10mila posti di lavoro e livelli salariali. In ballo 5.4 miliardi»

Le parole del Ministro dello Sviluppo Economico al termine del vertice romano. Gli impegni di ArcelorMittal


“L’azienda ha confermato oltre alle 10mila assunzioni, i livelli salariali attuali quindi il tavolo può ripartire”.

Lo ha annunciato il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, uscendo dall’incontro sull’Ilva visibilmente soddisfatto. I prossimi appuntamenti saranno: il 9 novembre per il tavolo sul piano industriale ed il 14 novembre per quello sul piano ambientale.

“Convocherò un tavolo istituzionale con gli enti locali, 5 regioni e, credo, 42 comuni coinvolti dalla vertenza Ilva”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda al termine dell’incontro rinnovando la richiesta al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di ritirare l’impugnativa del Dpcm sul piano ambientale, “ci sono in ballo 5,4 miliardi, quasi una piccola Finanziaria”.

Intanto, al tavolo Ilva, ArcelorMittal “ha confermato i suoi impegni ad occupare almeno 10.000 addetti”.

ArcelorMittal ha inoltre “riconosciuto l’attuale struttura salariale di Ilva, specificatamente nelle parti fisse e variabili e si è impegnata a rispecchiarla nella sua offerta relativa all’occupazione”. E’ quanto si legge in una nota. ArcelorMittal si è anche “impegnata a riconoscere l’anzianità di servizio in Ilva e si è detta aperta a discutere il possibile riconoscimento dei contratti esistenti e dei relativi diritti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche