x

23 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Maggio 2022 alle 22:57:00

Cronaca

Copertura dei parchi, «Noi saremo vigili»

Per il consigliere regionale Perrini «è solo propaganda elettorale»


«Esprimiamo soddisfazione
per l’accelerata del Ministro
Calenda riguardo la copertura dei
parchi minerali, ma vigileremo perché
gli annunci si traducano in azioni
concrete e vincolate. Non accetteremo
un solo giorno di ritardo sul nuovo
cronoprogramma».

Arriva nella mattinata di ieri la reazione del sindaco,. Rinaldo
Melucci, all’annuncio del via ai lavori
per la realizzazione della copertura dei
parchi Ilva, uno degli snodi cruciali
nell’ambizioso piano di ‘ambientalizzazione’
dell’acciaieria più grande
d’Europa.

«L’impegno dei commissari
ad anticipare gli interventi era già cristallizzato
nella domanda di Aia dagli
stessi sottoscritta» ricorda Melucci;
«questo impegno non deve riguardare
solo la copertura dei parchi, ma anche
le altre misure di adeguamento alle
norme, come la significativa riduzione
delle emissioni. Come abbiamo sempre
sollevato a gran voce, quella di Ilva non
è una semplice vertenza sindacale tra
lavoratori e potenziale proprietà; c’è
in gioco la salute di tutti i tarantini,
l’ambiente, l’indotto». E qui Melucci
torna sul punto di scontro col governo.

«Ecco perché il Comune di Taranto
e la Regione Puglia rivendicano una
presenza di sostanza al tavolo delle
trattative col Governo. Forse non è comodo
per qualche attore istituzionale
ascoltare le nostre istanze in questa
fase, ma la posizione coraggiosa che
abbiamo assunto verso il Dpcm dello
scorso settembre e nei riguardi dei
Wind Day ha finalmente riportato
attenzione massima sugli obiettivi
ulteriori, ma altrettanto importanti,
rispetto al numero di esuberi diretti
dello stabilimento».

Più ‘politica’ la
lettura fornita dal consigliere regionale
Renato Perrini (DiT): «L’improvvisa
accelerazione del Governo sulla
copertura dei parchi minerali mi fa tanto pensare che la campagna elettorale
è entrata nel vivo. Se dunque
da un lato accolgo con favore il fatto
che “esiste”, e quindi “esisteva” anche
prima, la possibilità di avviare l’opera
in merito all’applicazione dell’Aia,
dall’altro appare piuttosto evidente che
l’accellerata dei lavori sia legata alle
prossime elezioni politiche. Così come
legato alle consultazioni del 2018 è il
fatto che sia stato usato il verbo “anticipare”
per annunciare la Copertura
dei Parchi. Verbo che francamente mi
sembra poco appropriato considerando
che quei lavori dovevano essere già
ampiamente avviati, e forse conclusi,
come suggerisce l’Aia. Ecco che
tutto sembra essere solo propaganda
elettorale».

I commissari straordinari
di Ilva Piero Gnudi, Enrico Laghi e
Corrado Carrubba hanno ricevuto ieri
istruzione da parte del Ministro dello
Sviluppo Economico, Carlo Calenda,
di avviare i lavori di copertura dei
parchi minerari, come spiegato in una
nota della società in amministrazione
straordinaria, in cui si precisa che
l’intervento verrà realizzato sulla base
del progetto, già approvato e appaltato
dall’amministrazione straordinaria,
che l’investitore Am InvestCo Italy ha
incluso nel piano ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche