11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

La marcia dei bimbi durante il wind day

E al rione Tamburi, come impone l’ordinanza del sindaco, ieri scuole chiuse


«Oggi 20 novembre, giornata dei diritti dell’infanzia,
scuole chiuse nel quartiere Tamburi
di Taranto a causa del wind day».
È questo il testo del banner che la
dirigente scolastica delle scuole De
Carolis e Vico-Deledda, Elisabetta
Scalera, ha postato sul suo profilo
facebook.

Proprio ieri, infatti, come
impone l’ordinanza del sindaco, i
cancelli delle scuole del rione Tamburi
sono rimasti chiusi.
«La Direzione Scientifica di Arpa
Puglia – si legge sul sito internet del
Comune – comunica che, ai sensi del
Piano contenente le prime misure di
intervento per il risanamento della
qualità dell’aria del quartiere Tamburi
per gli inquinanti benzo(a)pirene
e Pm10, approvato dalla Giunta Regionale
Pugliese con deliberazione
n.1944 del 2/10/2012, e dei connessi
adempimenti previsti dal Piano a carico
di codeste aziende, si comunica
che in data 20/11/2017 è previsto un
“wind-day”».

Sempre ieri mattina, in centro, si
è tenuta l’iniziativa organizzata
dall’Arciragazzi, in occasione della
giornata mondiale dedicata ai diritti
dell’infanzia e dell’adolescenza.
«Commemoriamo questa data, come
ogni anno, attraverso la Marcia dei
diritti coinvolgendo i bambini e i
ragazzi delle scuole del territorio di
ogni ordine e grado in un percorso
volto ad accrescere la consapevolezza
dei giovani tarantini, di essere
portatori di diritti fondamentali»
hanno spiegato dall’associazione.

La
marcia è partita dal piazzale Bestat
intorno alle 9.30. Il lungo serpentone si è snodato per le vie cittadine passando
per via Dante, via Crispi, via
di Palma, via d’Aquino per poi concludersi
con il simbolico “assalto” di
piazza della Vittoria.
Striscioni, canzoni e spettacoli hanno
animato le vie della città e sono
stati gli stessi bambini e ragazzi,
accompagnati da insegnanti e operatori
Arciragazzi, a fare… rumore.
«Un “rumore colorato” per rivendicare
i propri diritti e per ricordare
agli adulti la loro responsabilità, in
quanto educatori, di tutelare la loro
vita e il loro benessere, proteggendoli
dai rischi e dai pericoli a cui quotidinamente
sono esposti». Infatti,
tema portante dell’evento è stato
la promulgazione e la promozione
degli articoli 3 e 6 della Carta dei
Diritti dei Bambini incentrati proprio
sull’interesse superiore del bambino
e sull’importanza per tutte le istituzioni
di preservare con ogni mezzo
il loro benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche