Cronaca

Paisiello, «Emergenza superata ma serve un’accelerata»

Cgil, Cisl e Uil: «Necessario incontrare il presidente della Provincia»


«Accelerare le procedure
burocratiche per dare seguito
agli impegni assunti con la formalizzazione
dei decreti attuativi
della legge».

E’ l’appello lanciato dai segretari
confederali territoriali Paolo Peluso
(Cgil), Antonio Castellucci
(Cisl) e Giancarlo Tusi (Uil), dopo
l’incontro al Miur sull’istituto “G.
Paisiello”. Nel corso dello stesso è
stato precisato che «l’Istituto jonico
è risultato destinatario di un
finanziamento aggiuntivo di circa
440.000 euro, da contabilizzarsi
quale contributo a saldo dell’A.F.
2017. Questo, in quanto il percorso
di statizzazione sarà avviato
nell’anno successivo (il 2018), per
cui le risorse relative all’annualità
corrente sono state ripartite tra i
diversi istituti di Alta Formazione
pareggiati. A decorrere dall’A.F.
2018, le risorse per il funzionamento
dell’Istituto “G. Paisiello”
saranno a totale carico dello Stato,
la cui dotazione è contenuta nella
Legge di Stabilità 2018».

«Si è proceduto, finalmente come
da noi chiesto in ripetute occasioni,
attraverso i vari Ministri e la rappresentanza
politica interessata a
tale problematica, a dare seguito
al principio contenuto nel D.L. 24
aprile 2017, n.50, con l’avvio degli
atti per la statizzazione di quegli
istituti che ne faranno richiesta
e che impegnerà il Miur, sin dai
primi giorni del prossimo anno,
nella produzione dei relativi atti
amministrativi, la cui definizione
necessiterà di un arco temporale
ampio». Sulla scorta di tali elementi,
Cgil, Cisl e Uil ritengono
«definitivamente superata l’emergenza
di carattere finanziario che
ha determinato l’attivazione dei
processi di messa in mobilità del
personale docente dell’Istituto da
parte dell’Amministrazione Provinciale
di Taranto».

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti
sindacali, hanno sollevato
anche le problematiche connesse
al precario assetto dei servizi amministrativi
che, dopo, la totale disattivazione
di quelli prima esperiti
dall’Amministrazione provinciale,
«sono, ora, svolti da personale sfornito
dei necessari requisiti professionali».
Per questo, si è sollecitata,
anche se ad interim, «l’assegnazione
di un direttore amministrativo.
Tanto si è richiesto anche nella
prospettiva della formalizzazione
degli atti amministrativi propedeutici
alla statizzazione». Il
Capo Dipartimento ha assicurato,
al riguardo, ampia disponibilità a
supportare l’azione amministrativa
dell’Istituto».
Cgil, Cisl e Uil nel dare atto
«dell’impegno dedicato e mantenuto
dalla Ministra Fedeli per la
risoluzione definitiva del transito
dell’Istituto nell’Ordinamento dello
Stato» hanno richiesto «l’accelerazione
delle procedure burocratiche
per dare seguito agli impegni
assunti con la formalizzazione dei
decreti attuativi della legge».

Sulla
base di quanto emerso nel corso
dell’incontro, ritengono «necessario
richiedere un incontro al presidente
della Provincia di Taranto
per definire sia le problematiche
connesse all’amministrazione del
personale, che quelle proprie della
statizzazione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche