21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 18:53:00

Cronaca

Parcheggio da pericolo pubblico

Il Vasto trasformato in stazione bus. Incolumità a rischio


TARANTO – Un ingorgo pericoloso. La sosta dei bus extraurbani alla Discesa Vasto e al lungomare delle Capitanerie di Porto è uno sconcio che va rimosso quanto prima. Brutto e pericoloso. Lo abbiamo scritto altre volte: i bus in quel punto già di per sè trafficato costituiscono non solo ulteriore intralcio al traffico veicolare ma anche e soprattutto un serio rischio per l’incolumità delle persone.
Il groviglio di bus che si concentra in quei pochi metri quadrati è sufficientemente documentato dalle foto che pubblichiamo in questa pagina. Il serpentone dei pullman arriva addirittura ad ostruire il passaggio verso la banchina. I pullman si fermano proprio al limite della banchina, sul Mar Piccolo. Decine e decine di passeggeri, in gran parte studenti, salgono e scendono dai quei bus parcheggiati sul ciglio a picco sul mare. Una situazione di pericolo talmente evidente da far apparire sconcertante il fatto che venga consentito a questa situazione di perpetuarsi ogni giorno. Allora è il caso di porsi qualche domanda e di porla alle rispettive competenze dell’amministrazione comunale: la Discesa Vasto e la banchina sono state trasformate in stazione bus? Esiste un provvedimento in tal senso? Chi lo ha firmato? E, soprattutto, se quella strada è stata trasformata in stazione bus, è stato fatto rispettando le norme sulla sicurezza stradale? Quell’area risponde ai criteri di legge per ospitare la sosta dei bus? E se invece non c’è alcuna autorizzazione in tal senso dopbbiamo considerare quell’area un parcheggio abusivo? L’assessore alla mobilità e il comandante della Polizia Locale sono a conoscenza di questa situazione? Attendiamo risposte.
Di fronte a questa grave situazione appare persino frivolo evidenziare come in una città che ha la velleità di diventare destinazione turistica venga consentito a questa incivile organizzazione del traffico di occultare alla vista lo splendido affaccio sul Mar Piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche