23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 14:25:17

Cronaca

Fiamme in un palazzo. Paura in corso Italia


TARANTO – Paura, stamattina, in corso Italia per l’incendio divampato in uno stabile. A causa di un corto circuito verificatosi nel pozzo luce di un palazzo il fumo denso e nero ha invaso la tromba delle scale. Gli inquilini dello stabile hanno subito dato l’allarme e sul posto sono intervenute tre squadre di vigili del fuoco del comando provinciale, con autopompa e autoscala (foto dello studio di R. Ingenito). I pompieri hanno immediatamente domato il rogo prima che potesse estendersi negli appartamenti. La situazione è stata tenuta sotto controllo sin dall’inizio e per fortuna non si sono registrati danni alle persone che abitano nello stabile.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Taranto, diretti dal tenente Pietro Laghezza. A causa dell’incendio scoppiato nell’edificio situato tra corso Italia e via Liguria, logicamente ha subìto rallentamenti il traffico che nella zona è particolarmente intenso. Intanto proprio nelle 24 ore precedenti un incendio aveva completamente distrutto un capannone adibito a deposito di idro-pitture in via Speziale. Dopo la segnalazione giunta al comando dei vigili del fuoco i immediato l’intervento che era servito a spegnere il fuoco. Gran parte della struttura era stato lambito dalle fiamme. Oltre 400 metri quadrati di deposito ed il materiale erano andati completamente in fumo. Avviate le indagini per accertare le cause del rogo. Dai primi controlli eseguiti sul posto pare che una porta sia stata forzata. Ma gli investigatori stanno eseguendo altre verifiche Nelle stesse ore altro lavoro per i vigili del fuoco intervenuti anche in via Buonarroti, nel rione Tamburi, dove era stato segnalato un incendio in un appartamento. Un corto circuito allo scaldabagno aveva mandato in fumo il vano adibito a bagno e annerito la porta. Fortunatamente nessun ferito. Ma per i vigili del fuoco della caserma di via Scoglio del Tonno era stato complicato entrare nelle stanze dell’appartamento dove, pare, fossero accatastate centinaia di sacchetti di plastica .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche