21 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Aprile 2021 alle 09:30:12

Cronaca

“Marijuna shop” nella villa: scatta il blitz dei Falchi


TARANTO – Lotta allo spaccio, nuovo ‘colpo’ delle forze dell’ordine. Ieri sera gli agenti della Sezione Falchi della Polizia di Stato, nell’ambito di specifici servizi antidroga, hanno tratto in arresto il ventisettenne Andrea Sibilla, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti della sezione Falchi, del resto, da alcuni giorni erano all’opera, al fine di identificare lo spacciatore che in Leporano, luogo di transito per tanti giovani che si recano ai luoghi di intrattenimento, aveva aperto un vero e proprio “punto shop dell’hashish”. Ieri pomeriggio un accurato servizio di osservazione e di appostamento ha permesso agli agenti di individuare la villetta abitata da Sibilla, quale luogo dove diversi giovani era stati notati scambiare velocemente qualcosa con il giovane, per poi allontanarsi in tutta fretta.

Dopo l’ennesimo ‘contatto’ i sono entrati in azione irrompendo nella villa, dando inizio ad una minuziosa perquisizione dell’appartamento e delle sue pertinenze. Nell’abitazione sono stati rinvenuti e sequestrati: 6 dosi preconfezionate di hashish per un peso di 27 grammi, un bilancino elettronico, 2 coltelli ancora intrisi della stessa sostanza, 1 “grinder”, attrezzo utilizzato per sminuzzare e confezionare sostanza stupefacente del tipo marijuana, nonché materiale utile al confezionamento di quest’ultima. Nel prosieguo dell’ispezione, all’interno di uno stivale di gomma posto in un angolo del giardino, è stata rinvenuta un panetto di hashish del peso di 90 grammi; poco distante, nascoste tra le piante da frutto, i centauri della Sezione Falchi hanno notato due piante di marijuana alte circa 4 metri. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre Sibilla, al termine delle formalità di legge, è stato arrestato e portato in carcere.

G.D.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche