24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 18:55:18

Cronaca

​Antonella Cito: al primo posto va messa la sicurezza​

Le parole della consigliera del Comune di Taranto del movimento politico AT6 Lega d’Azione Meridionale


“Nell’agenda del prossimo governo al primo posto tra le emergenze
cui far fronte priorità assoluta va data al tema della sicurezza del territorio. Argomento
delicato che richiede l’attenzione da parte delle istituzioni a tutti i livelli,
considerato il crescente allarme suscitato da fatti di cronaca gravi che accadono nel
nostro Paese”.

Così Antonella Cito, consigliera del Comune di Taranto del movimento
politico AT6 Lega d’Azione Meridionale e candidata
alla Camera dei deputati nel collegio 10. “Troppo spesso
protagonisti di questi episodi sono stranieri arrivati in Italia
con l’idea di trovare un paese ospitale e senza troppe regole,
uomini poveri alla ricerca di lavoro che vanno ad incrementare
il già cospicuo numero di inoccupati e disoccupati
italiani. Giunti sulle nostre coste, sperano di poter trovare
una casa, un lavoro e in effetti trovano un Paese che dà loro
un tetto, cibo, vestiti, assistenza sanitaria. È naturale che gli
italiani avvertano un forte senso di insicurezza, che genera
preoccupazione ed apprensione per il futuro dei propri figli.

Molto spesso sento dire che anche dall’Italia i nostri nonni
sono emigrati all’estero in cerca di migliori condizioni di
vita. Questo è senz’altro vero, ma è anche innegabile che
sono andati a svolgere ogni tipo di lavoro in nazioni che
vivevano una fase economica espansiva. Di certo agli italiani immigrati non sono
state date case, abiti, cibo, cellulari senza lavorare. La città di Taranto vive queste
situazioni in modo ancor più accentuato rispetto ad altre. Il prossimo governo
da qui deve ripartire, offrendo prospettive ai giovani che si sentano orgogliosi di
vivere e lavorare nel loro Paese, esprimendo al massimo le proprie potenzialità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche