Cronaca

​Processo Ilva, tre giornate di sciopero degli avvocati​

​La Camera Penale: calendario troppo fitto, in questo modo sono annichiliti i diritti della difesa ​


La Camera penale
di Taranto ha proclamato per tre
giorni, dal 19 al 21 marzo prossimi,
l’astensione dalle udienze dei legali
impegnati nel processo ‘Ambiente
Svenduto’ sul presunto disastro
causato dall’Ilva.

Procedimento che riprende con
l’esame dei periti che accertarono
gli effetti delle emissioni del siderurgico sugli operai e i tarantini.
I penalisti tarantini contestano il
fitto calendario di udienze pro
grammato dalla Corte di Assise di
Taranto che «si traduce obiettiva
mente – spiega in una nota l’avvocato Egidio Albanese, presidente
della Camera penale – in un totale
annichilimento del diritto di difesa
degli imputati.
Sulla scorta di esigenze di ‘celerità’ generiche quanto insussistenti,
si vuole imporre una modalità dl
effettuazione delle udienze – aggiunge Albanese – con un calendario che finirebbe con l’impedire
la partecipazione degli avvocati di
fiducia, molti dei quali provenienti
da Fori diversi da quello di Taranto,
persino lo studio delle carte processuali, con la evidente violazione del
diritto di difesa, principio costituzionale solennemente enunciato
dall’articolo 24 della Costituzione»
si legge nella nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche