27 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2020 alle 17:42:13

Cronaca

​Morte del bersagliere, scatta l’inchiesta​

​L’avvocato dei famigliari del povero militare chiede di passare al setaccio telefonate e messaggi​


Aperta una inchiesta
sul suicidio del bersagliere tarantino,
avvenuto all’inizio di febbraio,
in una stazione della metro di
Roma.

La notizia è stata data dal
legale dei familiari, l’avvocato Fabrizio
Lamamma, il quale ha chiesto
ai carabinieri della Capitale,
che sono coordinati dalla Procura
di Roma, di passare al setaccio
messaggini e telefonate contenuti
nello smartphone del militare.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione a partire dalle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche