26 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Cronaca

​Incendio di Lido Silvana, confermate​ le condanne

Diciassette anni dopo quel terribile pomeriggio del 25 giugno 2001, è arrivato l’ultimo giudizio


La Corte di Cassazione ha posto la parola fine
sull’incendio che distrusse la pineta di Lido Silvana.

Diciassette
anni dopo quel terribile pomeriggio del 25 giugno 2001, è
arrivato l’ultimo giudizio sulle responsabilità di quel dramma
paesaggistico-ambientale.
La IV Sezione penale della Cassazione ha infatti confermato
la condanna – con sospensione condizionale della pena – ad
un anno e sei mesi che era stata inflitta dalla Corte d’Appello
di Potenza a Vincenzo Polini, titolare della tenuta agricola Il
Barco. A Polini, difeso dagli avvocati Eligio Curci e Franco
Coppi, è stata quindi riconosciuta la responsabilità di non
aver adottato le norme di prudenza, come la mancata realizzazione
delle precese e di fasce taglia fuoco intorno al terreno
della tenuta agricola dove si sprigionò l’incendio. Nei terreni
de Il Barco si stavano bruciando stoppie; il forte vento fece
progapagare le fiamme.

Le parti offese Sapio e Fella erano
assistite dall’avocato Carlo Petrone, la proprietà Caramia dello
stabilimento balneare Fata Morgana era difesa dall’avvocato
Antonio Raffo. Per quanto riguarda il risarcimento danni, la
Corte ha disposto la liquidazione in separata sede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche