29 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Novembre 2020 alle 08:31:58

Cronaca

​Droga facile, torna libero uno studente universitario​

Obbligo di dimora a Bologna per un giovane crispianese


E’ tornato libero e ha l’obbligo
di dimora a Bologna il crispianese Vito
G., arrestato dai carabinieri nell’ambito del
blitz “Droga facile”.

La decisione è stata
adotta dal gip che ha accolto la richiesta
avanzata dal difensore del giovane studente
universitario, l’avvocato Antonio Zito. Nei
giorni scorsi si sono tenuti gli interrogatori
dei dieci arrestati (sei in carcere e quattro ai
domiciliari) nella operazione “Easy Drug”
condotta dai carabinieri della Compagnia
di Massafra, con la collaborazione del
Reparto Operativo e delle Compagnie
del comando provinciale. In carcere sono
finiti giovani incensurati.

Nel collegio di
difesa gli avvocati Gaetano Vitale, Manuela
Stallo, Fabio Cervellera ed Enzo Fumarola.

Le indagini sono state avviate nel marzo
del 2016 dopo l’arresto di un minorenne di
Crispiano trovato in possesso di 420 grammi
di hashish mentre era in compagnia di
due giovani acquirenti nella villa comunale
“G. Falcone”. La droga era stata acquistata,
poco prima, da uno degli arrestati nel blitz.
Nelle indagini anche un episodio inquietante.
In una telefonata captata dagli investigatori
uno degli indagati ha raccontato
alla sua fidanzata che si era recato, con un
altro indagato a prelevare della marijuana
da un nascondiglio nelle campagne di
Crispiano e che nella circostanza aveva
preso anche una pistola esplodendo alcuni
colpi in direzione delle gambe dell’amico
senza colpirle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche