17 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 19:50:29

Cronaca

Truffa dello specchietto, una denuncia

In viale Europa la segnalazione arrivata da una donna


TARANTO – Tre denunce, un arresto e un presunto truffatore identificato: è il bilancio dei controlli eseguiti dagli agenti della questura negli ultimi giorni.
Sabato scorso la Squadra Volante ha individuato e fermato un 52enne siciliano, con a carico numerosi precedenti per truffa.
L’uomo, specializzato nella “truffa dello specchietto” era stato poco prima segnalato da un donna perché a bordo di una Fiat Bravo aveva inscenato un finto incidente stradale per chiedere un risarcimento in contanti.
Il presunto truffatore è stato fermato poco dopo in viale Europa a Talsano e accompagnato negli uffici della questura.
Dopo gli accertamenti di rito è stato proposto per il foglio di via obbligatorio.
Gli automobilisti vengono fermati dai truffatori con la scusa di aver provocato la rottura dello specchietto per il quale poi, pretendono almeno 50 euro. A Taranto e provincia, negli ultimi tempi, si sono registrate diverse segnalazioni .
Vittime soprattutto gli anziani che, per evitare che gli autori della truffa si rivolgano alla propria compagnia assicurativa, corrispondono subito le somme richieste.
Tra le ultime truffe quella ordita da due fratelli (risultati essere residenti a Siracusa) i quali sono stati rintracciati dopo le segnalazioni di alcuni automobilisti, accompagnati in questura e denunciati.
Sabato scorso, dopo la denuncia per la truffa dello specchietto, in viale Unità d’Italia un altro equipaggio della Sezione Volante, insieme ai loro colleghi del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce, nel corso di un posto di blocco hanno fermato un furgone Renault con due persone a bordo. Durante il controllo un agente ha scorto nella tasca laterale del mezzo un mazza di legno lunga circa 40 centimetri con un impugnatura rivestita da nastro adesivo di colore nero. Il conducente, un 52enne con numerosi precedenti penali a carico, non ha saputo fornire una convincente spiegazione circa il possesso del bastone ed è stato denunciato in stato di libertà per possesso di oggetti atti ad offendere.
In serata, invece, i “Falchi” della Squadra Mobile hanno segnalato in stato di libertà un ventunenne tarantino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il giovane è stato notato armeggiare nel porta oggetti di un ciclomotore parcheggiato nei pressi della sua abitazione situata nel quartiere Paolo VI.
L’immediato controllo ha consentito ai poliziotti di recuperare all’interno del porta oggetti posto sotto la sella della moto cinque dosi di cocaina preconfezionate del peso di circa un grammo e mezzo.
Gli agenti del Commissariato Borgo hanno, invece, denunciato in stato di libertà per evasione un tarantino, detenuto agli arresti domiciliari che più volte in giorni differenti non è stato trovato nella sua abitazione ed hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un 34enne tarantino che deve scontare ancora due anni ed otto mesi di reclusione.
Infine a Erchie le forze dell’ordine hanno denunciato in stato di libertà S.D.T., ventisettenne residente a Manduria, per guida in stato di ebbrezza. L’uomo nel pomeriggio del 2 marzo scorso mentre percorreva in auto il centro del paese ha perso il controllo della vettura che si è ribaltata, senza coinvolgere altri veicoli.
S.D.T. dopo essere stato soccorso e trasportato presso una struttura ospedaliera della provincia, è risultato positivo all’alcoltest, con un tasso pari a 1,29 g/l. .
Nel corso dei successivi accertamenti, è anche emerso che l’auto era sprovvisto della copertura assicurativa.
Pertanto, oltre a ritirare la patente di guida al conducente, le forze dell’ordine hanno sequestrato l’autovettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche