Cronaca

Viale del Tramonto: basta con l’abusivismo

La denuncia delal consigliera comunale Floriana de Gennaro


TARANTO – «Basta abusivismo e illegalità al Viale del Tramonto».
è l’appello lanciato da Floriana De Gennaro, capogruppo in Consiglio comunale del “Gruppo Indipendente per Taranto” e presidente della commissione Attività Produttive.
«Da troppi anni il litorale di San Vito, in particolare il Viale del Tramonto, è diventato una “terra di nessuno” in cui accade tutto e il contrario di tutto, in cui dilagano l’illegalità e l’abusivismo ai danni dei cittadini rispettosi della legge – afferma De Gennaro. L’odioso fenomeno assume un tenore insopportabile nella stagione estiva, quando per mesi questo splendido litorale viene occupato abusivamente da camper e da tendopoli, una chiassosa popolazione che fa sorgere dal nulla “attività commerciali”, ancora più abusive e illegali, un situazione di caos incontrollato che disturba il riposo dei residenti.
Questi accampamenti creano anche notevoli problemi alla viabilità, tanto che nella scorsa estate un bagnante è morto di infarto in quanto l’ambulanza non è riuscita a raggiungere in tempo il malcapitato, mentre una bagnante è stata costretta a partorire in spiaggia! Quello che accade da anni in questa zona della città, una area circoscritta e a cinque minuti di macchina da Taranto, è sicuramente da addebitarsi al lassismo della passata Amministrazione comunale, peraltro condiviso da tutti gli esponenti che per dieci anni hanno governato la città con Ippazio Stefàno. Questa Amministrazione comunale ha deciso di affrontare anche questa problematica che, per la sua complessa natura, interessa diverse Commissioni consiliari e Direzioni della macchina amministrativa: Attività Produttive, Affari Generali (Polizia Locale), Ecologia e Ambiente e Urbanisti e Lavori Pubblici».
Per questo il Gruppo Indipendente per Taranto, facendosi interprete della volontà di tutti i consiglieri presenti nelle diverse Commissioni comunali, ha dato mandato al direttore generale di «attivare e riunire su questa problematica le figure competenti, in primis assessori e dirigenti, in modo da individuare soluzioni largamente condivise e partecipate».
«Quello di viale del Tramonto, infatti, è uno sconcio che deve essere affrontato in modo deciso e radicale, in modo da riportare anche in questa zona della città la legalità e quella quiete a cui i residenti hanno diritto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche