Cronaca

Amiu, ecco 100 nuovi cassonetti

Roghi e raid vandalici, l’azienda corre ai ripari. Investimento di circa 20mila euro


Cento nuovi cassonetti
stradali da 1.100 litri, da destinare alla
sostituzione di quelli maggiormente
danneggiati.

«Si tratta – spiegano dall’azienda che si
occupa della raccolta dei rifiuti – di un
investimento di circa 20mila euro, utile
a definire meglio il processo di rinnovamento
innescato dal nuovo Consiglio
d’Amministrazione, presieduto da Luca
Tagliente. L’improprio conferimento
di rifiuti speciali o troppo pesanti e i
numerosi atti vandalici subiti, infatti,
accorciano notevolmente l’età d’esercizio
dei cassonetti, rendendo necessaria
la loro frequente sostituzione. Si tratta
di un impegno economico, tuttavia, che
rispettando poche, ma essenziali, regole
potrebbe essere diluito nel tempo».

L’azienda, invece, si trova costretta a
farvi fronte periodicamente «basti ricordare,
per esempio, quanto accaduto
durante l’ultima notte di San Silvestro,
con il danneggiamento irrimediabile di
50 cassonetti nel giro di poche ore, o gli esiti dei numerosi roghi notturni di
automobili».
«Un passo per volta – afferma il presidente
Tagliente – tentiamo di segnare
un’inversione di tendenza nella gestione
di Amiu. L’acquisto di 100 nuovi cassonetti,
infatti, non può essere separato
dalla campagna di sensibilizzazione
relativa agli orari di conferimento, al
suo corretto esercizio e alla chiusura dei
coperchi: regole solo apparentemente
banali, il cui mancato rispetto produce
le situazioni di degrado che sono sotto
gli occhi di tutti. Ripartiamo da qui, per
garantire a Taranto il decoro che merita».

Anche l’assessore comunale ad Ambiente
e Salute Rocco De Franchi ha salutato
positivamente la novità: «L’acquisto
di questi nuovi cassonetti con risorse
pubbliche – le sue parole – deve essere
un’opportunità per tutti i cittadini di
Taranto».
«L’auspicio è che possano essere utilizzati
nell’esclusivo rispetto della loro
funzione, evitando che vengano vandalizzati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche