12 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 12 Maggio 2021 alle 06:11:00

Cronaca

​Calci, pugni e minacce col coltello alla compagna incinta​

Un 28enne arrestato per maltrattamenti in famiglia


Botte alla compagna
incinta: 28enne rumeno arrestato
dai carabinieri per maltrattamenti
in famiglia.

I militari dell’Aliquota radiomobile
della Compagnia di Massafra dopo
una richiesta di aiuto giunta alla
centrale operativa sono intervenuti
in un’abitazione del centro storico.
Giunti sul posto hanno accertato la
presenza del personale del 118 che
stava prestando le prime cure ad una
24enne massafrese, che aveva diverse
ecchimosi e lesioni al volto. In casa
c’era anche il suo convivente, un
28enne rumeno. L’uomo in evidente
stato di agitazione psicofisica, dovuta
all’assunzione di alcol, ha riferito che
era del tutto estraneo alla vicenda.

La vittima dopo essere stata medicata
e tranquillizzata ha però trovato il
coraggio di raccontare che il convivente,
poco prima, per futili motivi e
incurante del suo stato di gravidanza,
l’aveva aggredita con calci e pugni
e, dopo averle puntato un coltello,
l’aveva anche minacciata di morte.
I carabinieri nel corso della perquisizione
domiciliare hanno rinvenuto e sequestrato il coltello a serramanico
utilizzato dall’uomo per minacciare la
compagna. Il rumeno su disposizione
del pm di turno presso la Procura del
capoluogo jonico è stato condotto nel
carcere di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche