25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 12:51:42

Cronaca

​Minacce di morte e botte, arrestato marito violento​

Un sessantaduenne fermato dai carabinieri


Maltrattamenti in famiglia: un altro arresto dei carabinieri.

I militari della Stazione di Massafra hanno notificato, ad un sessantasettenne ,una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Taranto, dott. Benedetto Ruberto, su richiesta del sostituto procuratore, dott. ssa Rosalba Lopalco. Le indagini, avviate dopo la denuncia presentata dalla moglie del 67enne e condotte dai carabinieri della Stazione di Massafra hanno fatto emergere il contesto di assoggettamento psicologico e vessatorio in cui versava la vittima.

La donna, esasperata dalle continue angherie, dalle minacce di morte, dalle violenze fisiche e psichiche subite dal marito, ha trovato il coraggio di vincere la paura e denunciare tutto ai militari dell’Arma. Le indagini, condotte anche attraverso le testimoniazne di persone informate sui fatti, hanno consentito di accertare che l’arrestato, era solito picchiare e ingiuriare la donna, anche alla presenza dei suoi figli. Il sessantasettenne dopo una sosta in caserma è stato condotto nella casa circondariale di Taranto.

Un paio di giorni fa scorsi erano stati i carabinieri della Stazione di Mottola ad arrestare un sessantaduenne che aveva picchiato la moglie. E’ finito ai domiciliari per lesioni personali, maltrattamenti in famiglia, violenza privata, minaccia nei confronti della moglie 59enne. Secondo l’accusa l’uomo, sin dai primi anni di convivenza, avrebbe sottoposto la donna ad aggressioni verbali e fisiche, alcune di queste anche alla presenza dei figli minorenni. L’ultimo episodio risale al 4 marzo scorso. La donna era alla guida della sua auto, nel centro abitato di Mottola, quando il 62enne, dopo averla costretta a frenare le ha sferrato un pugno e ha danneggiato il cellulare impedendole di chiedere aiuto ai carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche