18 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 15:55:45

Cronaca

​Rubano “oro rosso” e finiscono in cella​

Il bottino: 50 chili di cavo di rame in una cabina Enel


Rubano 50 chili di cavo di rame in una cabina
Enel: arrestati tre rumeni.

I carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di
Castellaneta impegnati in un servizio finalizzato alla prevenzione
e alla repressione dei reati contro il patrimonio,
soprattutto nelle zone di campagna, hanno colto in flagranza
di furto, Neculai Lucian Apostol, trentadue anni, Virgil
Adrian Cordus, trenta, e Florin Adrian Balotescu, ventinove,
tutti cittadini rumeni già segnalati nella banca dati delle forze
di polizia, i primi due residenti a Ginosa ed il terzo senza
fissa dimora.
I militari li hanno sorpresi in contrada San Filippo, nelle
campagne di Laterza, mentre erano intenti a tranciare e a
portare via cavi in rame da una cabina elettrica.
I tre cittadini rumeni alla vista dei carabinieri hanno tentato
di darsi alla fuga a bordo di un furgone ma sono stati subito
inseguiti e bloccati.
Nel corso delle perquisizioni i militari hanno rinvenuto circa
50 chilogrammi di cavi in rame rubati, del valore di circa
1.500 euro.

La refurtiva è stata recuperata e restituita ai
proprietari.
I tre rumeni, condotti in caserma, sono stati dichiarati in
arresto per furto aggravato e al termine delle formalità di
rito, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura
del capoluogo jonico, sono stati trasferiti nella casa
circondariale di Taranto in attesa dell’udienza di convaldia
del giudice per le indagini preliminari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche