24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

​Blitz in Città Vecchia, poliziotti aggrediti per evitare un arresto

Denunciati due 24enni: uno per spaccio ed uno per minacce a pubblico ufficiale


Ieri gli Agenti della Sezione Falchi della Squadra Mobile, in città vecchia, hanno denunciato in stato di libertà due giovani di anni 24, rispettivamente per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente e per resistenza e minacce a Pubblico ufficiale.

I centauri della Squadra Mobile hanno notato nei pressi di uno stabile disabitato, in via Cava, un giovane con una busta di cellophane tra le mani che alla loro vista si è dato alla fuga per le scale dello stabile, facendo perdere le sue tracce. Una attenta ispezione dei luoghi ha consentito agli investigatori di verificare che il pianerottolo che consente l’accesso ad uno degli appartamenti era munito di un cancello e la porta di ingresso semi blindata.

In pochi minuti gli agenti sono riusciti comunque ad entrare nell’appartamento, sorprendendo il giovane fuggitivo mentre usciva dal bagno, dove sicuramente si era disfatto delle dosi di stupefacente contenute nella busta.

All’interno dello stesso appartamento, su di un tavolo, gli Agenti hanno rinvenuto la somma contante di 542 euro, in banconote e monete di diverso taglio, materiale utile al confezionamento delle dosi e confezioni di sostanza solitamente utilizzata per il taglio della droga.

Lo stesso giovane, in preda ad un evidente stato di agitazione, non ha fornito alcuna spiegazione circa la sua presenza in quella casa e per la somma di denaro rinvenuta.

I poliziotti una volta scesi in strada sono stati accerchiati da numerosi residenti che hanno cercato di impedire l’accompagnamento del giovane presso gli Uffici di Polizia, in particolar modo un suo coetaneo che ha aggredito gli Agenti con frasi offensive e minacciose.

Anche quest’ultimo, con non poche difficoltà, è stato condotto negli Uffici di Polizia e deferito all’A.G. competente.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro come anche la somma di denaro perché ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche