14 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Giugno 2021 alle 08:14:58

Cronaca

​Tenta di suicidarsi, viene bloccato dai carabinieri e viene arrestato

Aveva deciso di protestare per richiamare l'attenzione degli operatori di un centro di accoglienza


I Carabinieri della Stazione di Massafra in collaborazione con i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R. della locale Compagnia hanno tratto in arresto un 25enne, senegalese, per resistenza a Pubblico Ufficiale.

I Carabinieri sono intervenuti presso uno dei centri di prima accoglienza per cittadini extracomunitari richiedenti asilo politico presenti sul territorio massafrese, in quanto un ospite della struttura si era portato sul terrazzo, minacciando il suicidio.

Giunti immediatamente sul posto, i militari hanno trovato il 25enne che, a petto nudo, scalzo ed in evidente stato di agitazione, camminava sul cordone del lastrico solare della palazzina ad un’altezza di circa 15 metri dal suolo, pronunciando parole incomprensibili. Uno dei Carabinieri, ha provato a farlo desistere dal suo intento e approfittando di un momento di distrazione, lo ha afferrato mettendolo in sicurezza; ne è scaturita una vera e propria colluttazione sedata grazie all’intervento degli altri militari che sono riusciti, con non poche difficoltà, ad immobilizzare il senegalese.

Condotto in caserma, il 25enne è stato tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e, al termine delle formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, è stato condotto presso la Casa Circondariale del capoluogo jonico.

Il 25enne, ospite di una comunità unitamente ad altri 30 extracomunitari di varie etnie, avrebbe inscenato il tentativo di suicidio con l’intento di attirare l’attenzione degli operatori del centro, su alcune problematiche relative alla sua permanenza nel territorio nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche