19 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Giugno 2021 alle 18:23:13

Cronaca

Comune: «Il Concerto del 1° Maggio? Per ora è una incognita»​

​Ma il Comitato annuncia la presentazione dell’evento​


Mentre gli organizzatori
comunicano i primi nomi degli artisti che
saliranno sul palco del 1° Maggio tarantino
(Levante, Brunori Sas e Coma Cosa), a
mettere in forse l’evento è una nota di Palazzo
di Città: «Il concerto del 1° Maggio di
Taranto, organizzato dal comitato cittadini
lavoratori Liberi e Pensanti, è purtroppo, ad
oggi, una grande incognita, nonché fonte di
preoccupazione e rammarico per il Comune
di Taranto.

L’Amministrazione si è fatta
promotrice di un incontro col Comitato
organizzatore, finalizzato a comprendere
le esigenze dell’evento, ad illustrare le procedure,
ad agevolare gli organizzatori ed a
dichiarare la disponibilità della Direzione
Sviluppo Economico a fornire ogni possibile
supporto, tuttavia alla data odierna non sono
ancora stati presentati nemmeno i documenti
obbligatori, in considerazione della
rilevanza della manifestazione, per garantire
il buon esito del concerto e la sicurezza dei
partecipanti e della cittadinanza, ai sensi dei
dispositivi normativi vigenti, ma anche del
comune buon senso. Un evento – aggiungono
dal Comune – per altro di livello pregevole,
con un pubblico atteso di oltre 100.000 partecipanti,
richiede uno sforzo di allestimento
e messa in sicurezza dei luoghi, nonché un
dispiego di forze di proporzioni eccezionali,
per i quali il Civico Ente è pronto ad attivarsi,
salvo che gli siano consentiti i previsti tempi
tecnici.

Il Regolamento Comunale prevederebbe
la presentazione della documentazione
tecnica entro 30 giorni dalla data
ufficiale dell’evento, termine quindi spirato
da quasi una settimana; inoltre, per il rilascio
dell’autorizzazione sarebbe necessario che il
progetto venisse esaminato dalla Commissione
Provinciale per il Pubblico Spettacolo,
al fine di evidenziarne tutti i profili di rischio
e le prescrizioni in ordine alla sicurezza.
Nei giorni scorsi si è potuta registrare una
informale interlocuzione con il Comitato
promotore, che ha assicurato di essere in
grado di presentare la documentazione
relativa entro e non oltre la nuova scadenza
del 10 aprile.

Nel
frattempo, il sindaco Melucci ha trasmesso
ulteriore invito agli organizzatori a Palazzo
di Città, per analizzare tutti gli altri aspetti
connessi alla gestione dell’evento. Il Comune
di Taranto compirà autentici sforzi in tal senso,
malgrado il mancato rispetto dei tempi
normativi, è doveroso sottolinearlo, potrebbe
influire negativamente sul buon esito di tale
impegno: la “libertà”, di recente propugnata
a mezzo stampa e a ragion veduta dal Comitato
organizzatore, non potrà in nessun
modo tradursi in un mancato rispetto delle
regole, l’Amministrazione confida nell’aderenza
a questo principio di tutte le parti
coinvolte. Dopo tutto – si conclude la nota
– a fronte di una palese disponibilità degli
Uffici tecnici comunali, una maggiore collaborazione
del soggetto proponente avrebbe
potuto produrre migliori e più certi risultati».

Intanto, il Comitato Liberi e Pensanti e i direttori
artistici Michele Riondino, Roy Paci,
Diodato si apprestano a presentare la quinta
edizione del Concerto del Primo Maggio.
La conferenza stampa si terrà a Roma (Città
dell’Altra Economia Largo Dino Frisullo)
giovedì 12 aprile alle ore 11.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche