14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 19:15:24

Cronaca

​Minaccia la moglie con una pistola: preso​

Fermato dalla Polizia di Stato un 36enne


La Polizia di Stato arresta un uomo
per maltrattamenti in famiglia e sequestra diverse
armi.

Gli agenti del Commissariato di Manduria
hanno fermato il trentacinquenne S. A.
Dopo una telefonata al 113 che segnalava la
presenza di un uomo che stava
minacciando una donna con
una pistola i poliziotti sono
intervenuti sul posto, hanno
perquisito l’uomo e appreso
che poco prima, aveva avuto un
litigio con la moglie che si era
allontanata rifugiandosi in casa
della suocera.
La moglie, rassicurata dalla
presenza della Polizia, è tornata
a casa e ha dichiarato di essere
stata minacciata dal marito con
una pistola durante un violento
litigio.

Gli agenti hanno proceduto
ad un controllo all’interno
dell’abitazione dove sono state
poste sotto sequestro una pistola,
un revolver, un fucile a pompa e
un fucile calibro 20 con relativo
munizionamento, nonché tre katane con lame di
varia lunghezza e varie armi giocattolo. Sotto il letto
matrimoniale è stato trovato un machete.
Inoltre, sono state sequestrate delle fiale sospette
e delle compresse di Proviron nascoste vicino alla rastrelliera dei fucili.

La perquisizione, estesa
anche all’autovettura dell’aggressore, ha consentito
di rinvenire un paio di manette. Le armi da fuoco
e le relative munizioni, sebbene legalmente
detenute, sono state sequestrate a scopo preventivo
e cautelativo tenuto conto della
concreta e attuale possibilità
che le stesse potessero essere
utilizzate per aggravare gli
effetti del reato.
La donna ha dichiarato di
essere stata più volte percossa
dal marito, anche in presenza
dei figli minori, a seguito di
frequenti litigi. Tra le armi
sequestrate, ha riconosciuto
la pistola con la quale è stata
minacciata.

Nel capoluogo
jonico sempre ieri sera i
poliziotti della sezione Falchi
della Squadra Mobile hanno
posto ai “domicilari” il 46enne
tarantino Massimo S. per una
rapina compiuta in un bar
del centro cittadino. A viso
scoperto, si è presentato nel
bar e, dopo aver consumato un dolce, mostrando al
cassiere una busta bianca lasciando intendere che
all’interno fosse nascosta una pistola, lo ha costretto
a farsi consegnare la somma di 20 euro. E’ stato
identificato grazie alle riprese filmate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche