24 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Giugno 2021 alle 14:31:49

Cronaca

​Rolex falsi, «Nessuna gioielleria tarantina​ è coinvolta»

Le precisazioni della Federazione Orafi e Gioiellieri di Confcommercio Taranto


Non vi è nessuna gioielleria
tarantina nel giro dei Rolex falsi.

La Federazione Orafi e Gioiellieri di
Confcommercio Taranto precisa che i
tarantini coinvolti nel giro degli orologi
contraffatti, scoperto dalla Guardia di
Finanza, non erano titolari di attività
commerciali in Taranto.
Le persone coinvolte nel traffico smerciavano
come è noto orologi contraffatti
per lo più di marca Rolex, senza peraltro
essere titolari di attività commerciali, nel
giro inoltre sarebbe stata coinvolta una
attività di Brindisi e probabilmente una
di Bari.
“La vendita di orologi prestigiosi – afferma
Marcello Perri, presidente provinciale
della categoria- dovrebbe essere
effettuata da rivenditori concessionari del
marchio, e l’acquirente dovrebbe accertarsi
che sta acquistando un prodotto in un
negozio autorizzato.

Purtroppo, esistono vari canali paralleli
che mettono in circolazione orologi di
lusso a prezzi stracciati e ai quali spesso
gli acquirenti, stimolati dal desiderio di
possedere un orologio prestigioso a metà
prezzo, si rivolgono senza valutare i rischi
ai quali vanno incontro, innanzitutto
di carattere penale e in seconda battuta,
laddove si tratta di prodotti contraffatti, di
pagare a caro prezzo un prodotto affatto
esclusivo.
Pertanto il consiglio che diamo ai nostri
clienti- dice il presidente Marcello Perri-
è di rivolgersi sempre e soltanto in
gioielleria o comunque ad un negozio
autorizzato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche