x

21 Maggio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 21 Maggio 2022 alle 06:42:03

Cronaca

​Chiesto il dissequestro dei due centri scommesse​

Il gip del Tribunale aveva disposto il sequestro preventivo dei due centri situati nel quartiere Paolo VI e nel rione Tamburi


Sequestro di due centri
scommesse: c’è il ricorso al tribunale
del Riesame.

E’ stato presentato dagli
avvocati Fabrizio Lamanna e Marco
Fumarola che chiedono il dissequestro
due centri scommesse riconducibili
al bookmaker maltese denominato
“BetN1 – il sogno di Tolosa”.
Nei giorni scorsi al termine di una
indagine condotta dagli agenti della
Squadra di Polizia Amministrativa della
divisione P.A.S.I. della Questura di
Taranto nei confronti delle attività di
raccolta di scommesse sportive abusive
che operano sul territorio jonico, il
gip del Tribunale aveva disposto il sequestro
preventivo dei due centri situati
in piazza Pertini, nel quartiere Paolo
VI, e via Masaccio, nel rione Tamburi.
Durante l’operazione sono stati posti i
sigilli agli immobili e alle apparecchiature
informatiche in quanto secondo
l’accusa i due centri scommesse che
operavano con il bookmaker maltese
erano entrambi privi di titolo autorizzatorio
di cui all’articolo 88 del TULPS.

Secondo gli investigatori della Polizia
di Stato e l’autorità giudiziaria i titolari
dei centri scommesse a cui sono stati
posti i sigilli avrebbero operato in violazione
della Legge 401/89, che obbliga
di munirsi, per l’esercizio della raccolta
delle scommesse, della concessione da
parte dei Monopoli di Stato e del titolo
di polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche