11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

​Case popolari in periferia, il piano della Regione​

Oltre 15 milioni di euro per gli alloggi Erp


«Nella nostra agenda
politica Taranto è in cima alle priorità
e non a caso, dopo anni di attesa, stiamo
dando piena attuazione a strumenti
urbanistici e normativi che possono
rilanciare e rigenerare il tessuto sociale
di una comunità che da troppo tempo
attende dalle istituzioni risposte chiare
e certe. Ora mettiamoci subito al lavoro
per accelerare il cronoprogramma degli
interventi».

Lo dichiara l’assessore regionale alla
Pianificazione Territoriale e Politiche
Abitative, Alfonso Pisicchio, commentando
la delibera di giunta regionale che
ha modificato e integrato il Protocollo
di Intesa del 19 luglio 2017 tra Regione
Puglia, Comune di Taranto e Arca Jonica
per l’attuazione del primo stralcio di interventi
coordinati per la rigenerazione
urbana del Quartiere Tamburi.

«Una modifica necessaria – spiega l’assessore
– alla luce dell’impossibilità
di confermare la prevista e iniziale
localizzazione di 154 alloggi Erp solo
nell’area Tamburi poiché interessata
dalla presenza delle gallerie sotterranee
dell’Ilva (non note al momento della
progettazione)».
«E dopo opportuni approfondimenti
sono state stabilite le nuove localizzazioni
degli alloggi, anche in altri quartieri
in base al modello ubicativo “spazio diluito”».

Dai 154 alloggi si è passati ai 126, per
un totale di 15.195.000 euro del finanziamento
Pac – Piano Città – Mit, così
suddivisi: 32 nel quartiere Paolo VI; 32
nel quartiere Tamburi; 32 nel quartiere
Tre Carrare; 30 nel quartiere San Vito.
«Con il finanziamento del “Piano di
Interventi – 2° Stralcio” saranno invece
realizzati – aggiunge l’assessore – i restanti
232 alloggi, per un totale di 448
alloggi in sostituzione di quelli da demolire
perché ritenuti fatiscenti e privi
di salubrità.

Nelle prossime settimane
– aggiunge Pisicchio – convocheremo il
sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e
l’amministratore unico dell’Arca Jonica Vincenzo De Candia per siglare il protocollo
così modificato al fine di definire
il completamento del programma di risanamento
e rigenerazione del quartiere
Tamburi, finalizzato al potenziamento
delle infrastrutture verdi con particolare
riferimento alla Foresta Urbana, prevista
nel protocollo, e alla conseguente demolizione
e rilocalizzazione degli ulteriori
alloggi da demolire».
«Da parte nostra e dei miei uffici – conclude
l’assessore – ci sarà tutto il supporto
tecnico e amministrativo nell’ottica
della leale e costruttiva collaborazione
istituzionale che, dinnanzi ai problemi
reali dei nostri territori, non deve mai
mancare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche