27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 20:41:00

Cronaca

Federmoda si rinnova

L’innovazione tecnologica entra nei piccoli negozi


34 mila chiusure a fronte
di 17 mila nuove aperture. Il saldo natimortalità
in Italia nel settore moda – negli
ultimi 6 anni- è di 20 mila negozi.

I
riflessi di questo profondo cambiamento,
che riguarda gli stili di vita e le nuove
abitudini dei consumatori (anche in Puglia
è di segno meno il comportamento di
acquisto nei primi 4 mesi dell’anno), ricadono
sull’economia, ma anche sul tessuto
sociale e sulla qualità della vita delle città.
Oltre 1650 imprese del settore moda nel
territorio provinciale, delle quali 627 a
Taranto, 118 Grottaglie, 218 a Martina
Franca, 118 a Manduria.

«In questo contesto
di numeri importanti il commerciante
non può restare fermo, ma deve aprirsi al
nuovo – sottolineano dalla Confcommercio
di Taranto. Per reggere il confronto con
l’e-commerce deve valorizzare il mix di
relazioni umane e competenze, e non rifiutare
le tecnologie innovative. Federmoda
è da tempo impegnata su questo fronte
ed attenta a promuovere le best practice
per il dettaglio moda, con l’obiettivo di
diffondere la cultura del cambiamento».
A Taranto, Federmoda presenterà nel
corso del workshop ‘Il Negozio di moda
tra presente e futuro’ il progetto #InovaRetail
Small, frutto della collaborazione
tra Federazione moda Italiana e Designum
srl. «Un progetto – dicono dall’associazione
dei commercianti – che si pone l’obiettivo di portare nei piccoli negozi la
tecnologia, appannaggio oggi, per costi e
organizzazione, quasi esclusivamente dei
brand e catene monomarca». Si parlerà
anche di etichettatura dei prodotti tessili
e di garanzie e responsabilità sui vizi dei
prodotti. Domani, giovedì 31 maggio sarà
presente a Taranto il segretario generale
di Federmoda Italia, Massimo Torti, i
lavori avranno inizio alle ore 9.30. A
seguire si svolgeranno le operazioni di
voto per il rinnovo della cariche sociali
alla guida della categoria provinciale.

«Un
dovuto ringraziamento all’ex presidente,
dimissionario per motivi di carattere personale,
Giovanni Geri, a cui va il saluto
e la riconoscenza del presidente e della
dirigenza di Confcommercio, per il lavoro
svolto e l’impegno profuso a favore della
categoria. Certamente – prosegue la nota
di Confcommercio – il settore della moda
anche a Taranto e nei principali centri
della provincia è un importante attrattore
dell’offerta commerciale dei territori, e
molte delle attività di animazione e promozione
delle vie del commercio e degli
stessi Duc ruotano attorno alle attività
commerciali della moda. Pertanto sarà un
compito non facile assumere la guida della
rappresentanza provinciale di categoria
che dovrà rivolgersi ad un mix di imprese
diverse per tipologia e livello di prodotto,
ubicazione, clientela, e storie aziendali».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche