11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 10 Maggio 2021 alle 15:20:57

Cronaca

Domenica negozi aperti per Medimex

Musica, cultura e shopping nel capoluogo ionico


Negozi aperti, domenica
10 giugno.

Musica, cultura e shopping
nella Città dei 2 Mari, palcoscenico – per
l’edizione 2018 – di Medimex, l’evento
musicale pugliese più atteso del’anno.
Il clima in città è quello delle grandi
occasioni, per la no stop di spettacoli,
performance, proiezioni e conference,
eccezionalmente organizzata nel capoluogo
jonico, trasformato per l’occasione
in un villaggio a cielo aperto della
musica.
«Un mega evento – sottolineano dalla
Confcommercio di Taranto – che nella
quattro giorni di programmazione sta
richiamando in città migliaia di turisti
ed appassionati di musica, provenienti
da ogni parte d’Italia. Un’occasione per
le attività del turismo, accolta con entusiasmo
dalle strutture alberghiere ed
Musica, cultura e shopping nel capoluogo ionico. Opportunità per il commercio
extra alberghiere che hanno registrato
prenotazioni sin dalle scorse settimane,
e dai bar e ristoranti».

Un’opportunità anche per il commercio,
ed infatti domenica prossima i negozi
saranno eccezionalmente aperti (in deroga
alla consueta apertura della prima
domenica del mese) «essendo prevista
soprattutto nel week-end la presenza
di turisti, e degli stessi tarantini che
preferiranno rimanere in città per non
perdersi gli appuntamenti del fine settimana.
Medimex è certamente un evento
di portata eccezionale che coinvolge
soprattutto il Borgo di Taranto e che sta
creando qualche disagio in particolare
ai residenti e a chi deve raggiungere il
centro cittadino per lavoro, ma il ritorno
per la città, e soprattutto per l’immagine
di Taranto, finalmente non associata alle problematiche dell’inquinamento
e della crisi industriale, è decisamente
positivo – evidenziano dall’associazione
del commercio – D’altra parte, ovunque
vi siano grandi eventi di questa portata
vi sono aree urbane interdette al traffico
ed alla sosta, non essendo facile far muovere
grandi masse di gente senza creare
disagi.

Tuttavia, sarebbe stato un peccato
confinare Medimex in un’area periferica
della città, Taranto non avrebbe potuto
cogliere i vantaggi che un evento del
genere può portare all’economia locale.
L’auspicio è che i servizi pubblici funzionino
al meglio e siano in grado di
garantire un sistema di locomozione alternativo
alle auto private. Gli inevitabili
disagi non devono far perdere l’occasione
per mostrare il volto di Taranto nel segno
della accoglienza e della cordialità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche