27 Luglio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Luglio 2021 alle 23:04:00

Cronaca

Bimbo muore sotto il letto


MASSAFRA – E’ una storia con tanti punti oscuri, quella che viene da Massafra. La storia di un aborto in casa e di una donna su cui grava il sospetto di essersi sbarazzata del feto. La giovane, 25 anni, madre di altri due bambini, è stata sentita a lungo questa mattina in Questura, dopo che i poliziotti nella tarda serata di ieri avevano trovato sotto il letto matrimoniale, in casa della donna, indumenti intrisi di sangue ed un fagotto con del materiale biologico, presumibilmente placenta; sul tavolo della cucina, invece, c’era un paio di forbici, anch’esso intriso di sangue. In precedenza, nella stessa serata, gli agenti della volante erano intervenuti presso il reparto ginecologia del SS. Annunziata, allertati dagli stessi medici dopo che la donna si era presentata al pronto soccorso del nosocomio per una forte emorragia.

Da qui è scattata la perquisizione domiciliare disposta dall’autorità giudiziaria. Gli investigatori hanno effettuato una ispezione presso l’abitazione dei coniugi, anche a mezzo di personale della Polizia Scientifica, rilevando evidenti tracce ematiche sparse per la casa ed in particolar modo nella stanza da letto e nel bagno. A seguito di quanto rinvenuto sul posto è intervenuto anche personale del servizio sanitario 118 che ha provveduto alle incombenze del caso. Gli indumenti e le forbici sono stati posti sotto sequestro, mentre il materiale biologico è stato consegnato al reparto di ginecologia del SS. Annunziata, attraverso il quale i sanitari stabiliranno la sua natura e l’eventuale età gestazionale. Inizialmente, in mattinata si era diffusa la notizia che era stato trovato il feto morto sotto il letto. Al momento, però non ne è stata trovata traccia. La giovane, interrogata dagli inquirenti, non sarebbe stata in grado di fornire ulteriori elementi utili alle indagini e si trova ora ricoverata in ospedale. Le indagini sono condotte dal sostituto procuratore di turno del tribunale di Taranto, Remo Epifani, e dovranno chiarire questo giallo dalle tinte drammatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche