25 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2021 alle 10:38:00

Cronaca

Interrotte le trattative Ilva, i sindacati: «La proposta del Governo è irricevibile»

La Fiom: «Non mettiamo la firma su un accordo che prevede licenziamenti»


I sindacati hanno bocciato la proposta fatta dal governo sulla vertenza definendo il “testo non condivisibile”.

“Gli esuberi restano” – hanno detto – e “Mittal non si è mossa di un millimetro”.

Durissima la replica della Fiom della Cgil: «La proposta del Governo sulla vertenza Ilva è irricevibile. La trattativa non è mai entrata nel merito, ma nulla è comunque cambiato sull’occupazione. La Fiom non mette la firma su un accordo che prevede licenziamenti!».

Secondo quanto riferiscono i sindacati a sospendere il tavolo sarebbe stato il ministro Calenda perché secondo alcuni “non legittimato a trattare”. Secondo l’accordo proposto dal governo, AM avrebbe dovuto assumere 10.000 lavoratori.

Invitalia a fine piano “individuerà soluzioni per dare prospettive stabili a tempo indeterminato ai lavoratori rimasti in carico all’amministrazione straordinaria” della ‘vecchia’ Ilva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche