21 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 15:52:00

Cronaca

Pronto soccorso, scatta la protesta

Manifestazione contro la chiusura dei presidi ospedalieri tarantini


«Serve riaprire urgentemente i pronto
soccorso del “Moscati” di Paolo VI e del “San Marco” di
Grottaglie che, a causa anche della chiusura dei punti di
primo intervento, necessiteranno ancora di più per garantire
l’assistenza sanitaria alla popolazione non solo residente ma
anche vacanziera».

Il consigliere regionale di Sinistra Italiana, Mino Borraccino,
annuncia l’adesione alla manifestazione organizzata per
venerdì 22 giugno alle 10, nei pressi della sede Asl di viale
Virgilio, dal gruppo facebook “Per un quartiere migliore
Paolo VI”.
«Abbiamo intuito sin dall’inizio la gravi criticità che avrebbe
prodotto il nuovo Piano di riordino ospedaliero della Regione
Puglia – evidenzia Borraccino. Dopo la sua bocciatura in
terza commissione, grazie al nostro voto contrario, sarebbe
dovuta seguire una reimpostazione della programmazione,
da adeguare agli oggettivi bisogni dei territori, cosa che
non è mai avvenuta. Si è proceduto invece all’applicazione
di un Piano mai portato in Consiglio regionale, che sta
manifestando sempre più la sua visione fallimentare. In
questi ultimi mesi si sono susseguiti tagli a servizi sanitari
indispensabili, molti soppressi con l’idea delle riconversioni
mai avvenute. Si è privilegiato il privato al pubblico, e si
è favorito sempre più i cittadini a ricorrere alla mobilità
extraregionale passiva a causa anche alle lunghe liste
d’attesa.

I pugliesi – sottolinea il consigliere regionale – sono
letteralmente indignati per gli enormi disagi cui vanno
incontro per ogni tipo di prestazione socio-sanitaria e noi di
Sinistra Italiana/Liberi e Uguali confermiamo e garantiamo
il nostro impegno per il diritto alla salute. A tal proposito
parteciperò alla manifestazione organizzata dal “Gruppo
fb Per un quartiere migliore Paolo VI” per essere al fianco
di una città sofferente a causa anche dell’impossibilità
materiale di accedere alle cure. Al pronto soccorso del “Ss.
Annunziata” ogni giorno si assiste a situazioni emergenziali
gestite fin troppo bene dal personale medico, paramedico
e socio-sanitario che non può però continuare a reggere
ritmi abnormi.

Troppi infatti gli accessi quotidiani, frutto di un corposo bacino d’utenza quantizzabile
in circa 330 mila residenti, che con la
stagione estiva alle porte tenderà a crescere
esponenzialmente. Serve – conclude
Borraccino – riaprire urgentemente i pronto
soccorso del “Moscati” di Paolo VI e del
“San Marco” di Grottaglie che, a causa
anche della chiusura dei Punti di Primo
Intervento, necessiteranno ancora di più
per garantire l’assistenza sanitaria alla
popolazione non solo residente ma anche
vacanziera».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche