20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Settembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca

​Opere realizzate abusivamente, sigilli ad uno stabilimento balneare

In azione la Capitaneria di porto di Taranto


A seguito di una segnalazione ricevuta dalla Capitaneria di porto di Taranto da parte di alcuni cittadini che hanno denunciato la realizzazione di lavori in corso all’interno di uno stabilimento balneare lungo il litorale di Pisticci, gli uomini dell’Ufficio Locale marittimo di Policoro hanno eseguito un accertamento nei confronti dello stabilimento segnalato, constatando la realizzazione di una piattaforma in cemento armato su di una porzione di spiaggia in concessione, propedeutica alla sovra installazione di strutture da destinarsi ad attività balneari.

L’accurata attività di verifica presso gli Enti interessati in ordine alla regolarità dei lavori in corso, ha di fatto consentito di stabilire la difformità delle opere oggetto di verifica rispetto agli atti autorizzativi concessi ed agli atti di progetto approvati, nonché alle norme generali prescritte dal Piano Regionale di utilizzazione degli arenili.

Quindi nel pomeriggio di ieri, i militari, in coordinamento con la Capitaneria di Porto di Taranto, hanno proceduto a porre sotto sequestro penale un’area demaniale marittima pari a oltre 700 mq. con le relative opere sino a quel momento illegalmente realizzate.

Il legale rappresentate della società titolare dello stabilimento balneare è stato conseguentemente deferito all’Autorità giudiziaria per le ipotesi di reato in relazione alle lavorazioni abusive realizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche