26 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2020 alle 06:19:08

Cronaca

​A Taranto il capo della Polizia Franco Gabrielli​

Intensa giornata fatta di incontri e inaugurazioni


Visita al Porto di
Taranto per il capo della Polizia,
prefetto Franco Gabrielli.

Al molo
Gabrielli ha incontrato il presidente
dell’Autorità Portuale, Sergio
Prete, il sindaco di Taranto Rinaldo
Melucci ed il presidente della
Provincia, Martino Tamburrano.

Hanno accompagnato il sig. Capo della Polizia anche il Direttore della Direzione Centrale Anticrimine, Pref. Vittorio Rizzi ed il Direttore del Servizio Controllo del Territorio della Direzione Centrale Anticrimine, Dirigente Superiore dr. Maurizio Vallone.

Presso la Divisione Polizia Anticrimine della Questura, è stata inaugurata, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, la stanza dedicata all’ascolto protetto dei minori e delle donne vittime di violenza di genere e finalizzata a creare un ambiente confortevole e rassicurante che riesca ad alleviare le preoccupazioni e le ansie di chi si è deciso a denunciare i soprusi subiti.

Sin dal primo approccio, infatti, è necessario scongiurare il rischio che la vittima possa entrare nella spirale della solitudine e della colpevolizzazione. Ecco perché il dialogo deve essere aperto ed immediato, anche e soprattutto con le istituzioni che non sono solo destinatarie della denuncia, ma diventano parte attiva nel percorso di recupero della vittima.

Il secondo evento cui il sig. Capo della Polizia ha partecipato è stata la presentazione delle nove autovetture “Volanti” in uso all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico dotate, grazie alla partnership con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio – Porto di Taranto, del sistema “Mercurio”.

La presentazione si è svolta, alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose e degli organi di stampa, nella cornice della stanza ovale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, con la proiezione di un video illustrativo delle funzionalità del Sistema Mercurio.

La collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale nasce dalla esigenza di migliorare la sicurezza del territorio, rispondendo alle “richieste di sicurezza” da parte dei cittadini, imprenditori, operatori e turisti, al fine di integrare e promuovere misure protettive, per migliorare la sicurezza del territorio, quale fattore imprescindibile per i processi di sviluppo imprenditoriale, nell’ambito della spinta turistica e commerciale conseguente allo sviluppo e all’ammodernamento dello scalo jonico.

Il sistema di bordo “Mercurio” costituisce una risorsa fondamentale perché consente al personale di polizia in servizio di Volante di essere aggiornato in tempo reale e di elaborare autonomamente le informazioni per prevenire e contestualizzare situazioni di pericolo, così da individuare fattori di insicurezza, prima che si renda indispensabile un intervento repressivo.

Le funzionalità idonee ad un più capillare controllo del territorio sono costituite dalla verifica, effettuata direttamente dagli operatori della Volante attraverso il tablet, delle persone sottoposte a controllo, e dalla possibilità di inviare in tempo reale alla sala Operativa le immagini acquisite tramite la telecamera di bordo installata sull’autovettura.

Questo aspetto si rende particolarmente utile in sede di situazioni legate all’ordine pubblico o ad eventi di minaccia terroristica, tenendo soprattutto presente che il sistema è in grado di registrare, con immagini video, tutto quello che accade all’interno della vettura di servizio, nonché di scattare fotografie in sede di sopralluogo.

Il sistema, inoltre, è in grado di rilevare le targhe apposte su autovetture oggetto di furto o prive della revisione o di copertura assicurativa o ancora, attenzionate perché inserite all’interno di un elenco alimentato dagli organi di polizia giudiziaria.

Allo stato attuale, il sistema Mercurio risulta installato su oltre il 50% delle vetture destinate al controllo del territorio, così da consentire una verifica pari ad una media di 150 controlli su targhe per vettura per ogni turno di servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche