01 Agosto 2021 - Ultimo aggiornamento il: 01 Agosto 2021 alle 22:53:00

Cronaca

​Il Ministro dell’Ambiente Costa “promuove” Mittal​

«Per l’Ilva di Taranto c’è un piano ambientale serio»


Alcune «bonifiche
sono già partite, e poi c’è un Piano
ambientale serio ed importante. Mi
auguro che poi si vada oltre, e se per
esempio sono previste 100 cose»
spero «se ne facciano 150; credo
che su questo si possano fare dei
percorsi. L’Ilva però riguarda tutto
il governo e anche altri ministeri. Io
posso fare una vigilanza seria e profonda,
cosa che mi impegno a fare».

Così il ministro dell’Ambiente Sergio
Costa, intervenendo a Radio
Anch’io su Radio Uno, a proposito
della questione che riguarda il polo
siderurgico tarantino. Il ministro
voluto da Di Maio insomma sembra
“promuovere” ArcelorMittal. Solo
ieri, però,in un’intervista all’edizione
pugliese di Repubblica il deputato
barese del Movimento Cinquestelle,
Giuseppe Brescia, rilanciava
invece l’ipotesi di una Taranto senza
acciaio: «Manterremo tutte le promesse,
come la chiusura dell’Ilva
(…) Già m’immagino Taranto come
Bilbao: una città a vocazione turistica
e culturale, ben collegata con le
altre attrazioni pugliesi».

Insomma,
voci discordanti.
Oggi il ministro Costa incontrerà
una delegazione dell’associazione
ambientalista tarantina PeaceLink.
«Sono moderatamente ottimista,
perchè tutti ne possano avere vantaggio:
non esiste un’azienda che
lavora in un posto contro i cittadini
di quel posto, è ridicolo». Così il ministro
dell’Ambiente Sergio Costa
ha proseguito ai microfoni di Rai Radio 1. «Credo che si possa fare
questo percorso di tutela ambientale:
a me tocca fare una vigilanza
seria, rigorosa e profonda e questo
lo assicuro», ha detto. Alla domanda
se l’acciaio continuerà a essere
prodotto in Italia, Costa ha risposto:
«Questo riguarda altri ministeri, io
mi devo occupare dell’aspetto ambientale,
non di quello produttivo».

Le commissioni parlamentari intanto
cominciano lentamente a lavorare
come riporta Public Policy. Questa
settimana la commissione Ambiente
della Camera avvierà l’esame
delle proposte di legge per l’istituzione
della commissione bicamerale
d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti. La
commissione Ambiente del Senato
giovedì alle 14 audirà invece il ministro
dell’Ambiente Sergio Costa
sulle linee programmatiche del suo
dicastero. Da segnalare la risposta
ad una interrogazione sull’Ilva del
ministro dello Sviluppo economico
Luigi Di Maio durante il question
time alla Camera. “L’obiettivo – ha
detto Di Maio – è eliminare la dualità
lavoro-salute. Si deve scegliere
quale dei due diritti. per fare questo
ci si deve prima di tutto assicurare
che nelle 23mila pagine” degli atti
dei vari piani industriali “sia tutto a
posto”. Il ministro si è detto quindi
soddisfatto di quanto affermato dai
commissari dell’Ilva sulla possibilità
di arrivare fino al 15 settembre
con i fondi a disposizione, senza
oneri ulteriori per lo Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche