Cronaca

​Mobbing, indagati giunta e funzionari​

La denuncia presentata da un dirigente


LEPORANO – Mobbing ai danni
di un dirigente comunale: indagati
il sindaco Angelo D’Abramo, la
Giunta, due funzionari e il segretario
comunale.
Notificato l’avviso di conclusione
delle indagini preliminari, a firma del
sostituto procuratore Remo Epifani, al
primo cittadino, agli assessori Jolanda
Lotta, Francesco Presicci, Vincenzo
Zagaria e Annamaria Amorosi, ai
funzionari Giuseppe Blasi e Valentina
Brancone e al segretario comunale
Antonio Mezzolla.

La vicenda nasce da una denuncia
presentata da un dirigente comunale
di Leporano, un ingegnere ,che
secondo l’accusa dal maggio del
2015 sarebbe rimasto vittima di un
atteggiamento vessatorio teso esclusivamente
ad emarginarlo messo in
atto dal sindaco Angelo d’Abramo da
tutta la sua Giunta, da due funzionari
e dal segretario comunale.
L’impianto accusatorio costruito dal
pm Remo Epifani in quasi due anni di indagini mostrerebbe come l’ingegnere
sia stato, in maniera del tutto
immotivata, svuotato gradatamente
delle sue funzioni fino ad esserne
totalmente privato.

Nell’avviso di
conclusione delle indagini si citano
atteggiamenti vessatori e discriminatori,
esclusione immotivata dalle varie attività d’ufficio, dagli incarichi e dalle
riunioni tecniche, collocazione in
ambienti separati con mortificazione
della personalità. L’ingegnere, che è in
cura al Cim di Grottaglie, dopo quasi
un anno dall’inizio delle vessazioni
ha deciso di rivolgersi all’avvocato
Marco Pomes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche