Cronaca

​Pesca abusiva di datteri, predoni in azione

L'intervento della Capitaneria di Porto


Ennesimo sequestro di datteri, per un totale di
un chilogrammo, appena raccolto.

Nel pomeriggio di sabato in località Porto
Pirrone, nel territorio di Leporano, i militari della Capitaneria di Porto
hanno condotto una operazione di polizia marittima nell’ambito delle attività
tese a prevenire e reprimere la pesca, la detenzione e la commercializzazione
illegale di datteri di mare.

Nel corso
del mirato controllo eseguito con l’impiego di un mezzo navale veloce, già in
attività di vigilanza lungo la costa nell’ambito di “Mare Sicuro”, è stato
rinvenuto in acqua, il carico di datteri appena pescato. Il prodotto ittico
conservato in un retino, era stato nascosto sotto una sedia a sdraio
posizionata in acqua a pochi metri dalla riva. I datteri sono stati sequestrati
e successivamente distrutti e
gettati in mare, mentre non è stato possibile individuare i predoni del mare,
in quanto, dopo essersi accorti dell’arrivo dell’unità navale della Guardia
Costiera, si sono dileguati sulle spiagge vicine in quel momento molto
affollate dai bagnanti.

Un ulteriore danno all’ambiente marino quello inferto
da individui senza scrupoli che pur di racimolare pochi esemplari di datteri di
mare, continuano a distruggere con picconi e martelli i fondali marini. Questa
volta il tratto di costa colpito è tra i più suggestivi della Litoranea Jonico-
Salentina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche