Cronaca

Cocaina, arrestato gestore di sala giochi


TARANTO – Il gestore di un circolo ricreativo dei Tamburi preso dalla polizia per cocaina. Nella tarda serata di ieri gli agenti della sezione “Falchi” della Squadra Mobile hanno arrestato il trentenne Francesco Marilli. I centauri della Questura hanno notato nei pressi di una sala giochi situata in via Galeso, alcuni giovani noti come assuntori di cocaina, i quali allo loro vista si sono allontanati immediatamente. Davanti al circolo hanno scorto anche il gestore, il cui atteggiamento è apparso sospetto. Gli agenti hanno pianificato un servizio di appostamento, durante il quale hanno notato che in più occasioni Marilli, dopo ogni contatto con l’acquirente si avvicinava ad una macchina parcheggiata nelle vicinanze e dall’interno di un pacchetto di sigarette prelevava qualcosa. Poi riponeva il pacchetto allo stesso posto e tornava dall’acquirente per lo scambio droga-soldi.

Il gestore della sala giochi è stato subito bloccato ed il pacchetto di sigarette recuperato. Al suo interno c’erano 12 dosi di cocaina. Marilli aveva 40 euro soldi ritenuti provento dell’attività illecita. Dopo una breve sosta negli uffici della Questura, Francesco Marilli è stato trasferito nella casa circondariale di largo Magli. Intanto ieri pomeriggio gli agenti della Squadra Volante hanno arrestato un 27enne per evasione dai “domiciliari” e resistenza a pubblico ufficiale. Poco dopo le ore 15, un equipaggio della Squadra Volante mentre percorreva la statale 7 ter, in direzione di S.Giorgio Jonico, ha notato un giovane alla guida di un ciclomotore, il quale alla loro vista ha aumentato repentinamente la velocità. I poliziotti hanno azionato i segnali acustici e visivi di emergenza, ponendosi subito al suo inseguimento. Il motociclista, dopo aver percorso anche un tratto di strada sterrata è riuscito ad immettersi sulla strada statale, zigzagando tra le autovetture che lo precedevano e creando seri pericoli per gli automobilisti che provenivano in senso contrario di marcia. Ad un certo punto ha invertito il senso di marcia, ma nell’intento di immettersi nuovamente su una stradina adiacente, a causa del dislivello ai margini della carreggiata ha perso l’equilibrio cadendo dalla moto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche