Cronaca

​Costretti a vivere come bestie​, scatta un arresto

​Un gruppo di braccianti viveva in condizioni disumane nelle campagne tarantine​


Operazione anticaporalato: scatta un arresto.

I braccianti costretti a pagare 5 euro al giorno per il trasporto e 50
euro al mese per un posto letto.
I carabinieri della Stazione di Marina di Ginosa e dell’Aliquota
operativa della Compagnia di Castellaneta hanno dato esecuzione,
nei territori di Castellaneta e Ginosa, ad un servizio coordinato di
controllo finalizzato a contrastare i reati in materia di caporalato.

Tutti i particolari nell’edizione di oggi di Taranto Buonasera in distribuzione a partire dalle 16.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche