Cronaca

L’intesa per l’ospedale militare

Esami e visite specialistiche. Firmata la convenzione tra Asl e Marina Militare


Nei giorni scorsi, presso la
Sala Congressi del Centro Ospedaliero
Militare di Taranto, la Marina Militare
e l’Azienda Sanitaria Locale hanno
stipulato un accordo per lo scambio
di beni e servizi che si inserisce nel
contesto dell’Accordo quadro siglato
il 16 aprile 2014 tra il Ministero della
Difesa e la Regione Puglia per la cooperazione
in tema di Sanità pubblica e che
consentirà di ampliare i servizi messi
a disposizione dal Centro Ospedaliero
Militare di Taranto a disposizione della
popolazione civile.

Dal 2014 la Marina Militare mette già
a disposizione della collettività la camera
iperbarica del Centro Ospedaliero
Militare, polo di eccellenza della Forza
Armata, per il trattamento di numerose
patologie emergenziali attraverso l’esecuzione
di sedute di ossigenoterapia.
Con il nuovo accordo, siglato dal capitano di vascello Vincenzo Mascellaro, Direttore
del Centro Ospedaliero Militare,
e da Stefano Rossi, Commissario Straordinario
Direttore Generale dell’Asl di
Taranto alla presenza di autorità civili
e militari, la collaborazione si amplierà
all’esecuzione di Tomografie Assiali
Computerizzate (Tac), Ecotomografie e
Radiografie, prestazioni Odontoiatriche
e prestazioni neurologiche (Elettroencefalogramma
e visita neurologica).

«La sigla di questo accordo testimonia
la sempre più auspicata apertura del
Centro Ospedaliero Militare di Taranto
verso la cittadinanza, dando di fatto
forma al programma e agli obiettivi
prefissati lo scorso settembre», ha dichiarato
per l’occasione il capitano di
vascello Vincenzo Mascellaro.
Grazie anche alle cooperazioni stipulate,
la Marina Militare, oltre ad
adempiere ai principali compiti istituzionali
di difesa e sicurezza marittima,
rende disponibili le proprie strutture
ospedaliere sul territorio pugliese con
le competenze medico sanitarie del
proprio personale a favore della collettività,
perfettamente in linea con il
principio di “complementarietà” della
Forza Armata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche