Cronaca

​D’Amato: La salute non si scambia con gli sponsor​

Il M5S critica l’intesa con il Comune


«La salute dei cittadini non si scambia
con gli sponsor». Lo afferma Rosa D’Amato,
europarlamentare M5S in riferimento al protocollo
d’intesa tra il Comune di Taranto, la Joint Venture
di Tempa Rossa ed Eni.

«Dopo anni di lotta,
scontro politico, pareri avversi, dibattiti accesi,
mozioni, delibere, ricorsi e confronti, il Comune
di Taranto – sottolinea D’Amato – mette una pietra
tombale su una fase socio politica importante
e coerente su un punto: basta carichi inquinanti
sulla popolazione. Oggi il sindaco firma un protocollo
di intesa con la joint venture del progetto
Tempa Rossa. Per noi questo progetto significa
solo maggiore inquinamento su Taranto, scarsa
ricaduta occupazionale, aumento del rischio di
incidenti. Melucci è responsabile della salute dei
tarantini. Spero abbia riflettuto a lungo prima di avallare.

Che Tempa Rossa avvii una fase di
sponsorizzazione e supporto di attività cittadine
a noi non interessa. Non ci affascina. Non ci
convincerà mai. Non ci silenzia. L’obolo non fa
parte della cultura di chi combatte sul serio per il
bene di una comunità – afferma l’eurodeputata del
Movimento 5 Stelle – Vale la pena ricordare che è
soltanto grazie all’azione combinata dei cittadini
attivi e di chi ha portato la loro voce in Europa che
è stato possibile sollevare questioni fondamentali
sia per il progetto Tempa Rossa, nello specifico
come nell’intero ciclo produttivo della raffineria
di Taranto: durante la visita della Commissione
nel luglio 2017 finalmente sono state portate alla
luce le modalità con cui la fase autorizzativa ha
tenuto lontane le osservazioni dei cittadini e il reale
impatto di quest’opera per il nostro territorio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche