25 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 25 Gennaio 2022 alle 22:11:00

Cronaca

​Pedinata dall’ex​ marito a tutte le ore

Un presunto stalker è stato arrestato dalla Polizia di Stato


Pedinava e minacciava
a tutte le ore la sua ex. Gli agenti
del Commissariato di Grottaglie hanno
arrestato il 51enne U.L. per atti
persecutori e per resistenza e violenza
a pubblico ufficiale. Poco dopo la
mezzanotte una coppia si è presentata
negli uffici del Commissariato, in evidente
stato di agitazione, e l’uomo ha
raccontato ai poliziotti di essere stato
insultato e minacciato dal suo ex cognato,
insieme ad una sua amica che
sta trascorrendo le ferie, ospitata dalla
sorella. Ha riferito che l’ex cognato al
momento era sotto l’abitazione della
sorella e che in preda all’ira stava continuando
con le minacce e gli insulti.

Sul posto sono intervenuti equipaggi
della Sezione Volanti del Commissariato
che hanno rintracciato U.L. sotto
l’abitazione della sua ex. Alla richiesta
dei poliziotti di esibire i documenti di
identità, il 51enne li ha spintonati. Nel
frattempo l’intero vicinato era stato
svegliato dalle urla dell’uomo che con
non poche difficoltà i poliziotti sono
riusciti a far salire sull’auto di servizio
e ad accompagnare negli uffici di
Polizia, dove ha continuato con il suo
atteggiamento aggressivo e minaccioso.

Negli uffici del Commissariato
nel frattempo è giunta anche l’ex moglie,
la quale ha sporto nuovamente querela nei confronti dell’uomo che
sin dalla loro separazione, avvenuta
tre anni fa, ha continuato a perseguitarla
quotidianamente e a tutte le
ore, come si è potuto rilevare dalle
precedenti denunce presentate dalla
malcapitata. Il 51enne è stato condotto
in carcere. Ai domiciliari è, invece,
finito il 36enne M.R. arrestato dagli
agenti del Commissariato di Martina
Franca. L’uomo ha aggredito e tentato
di rapinare una donna all’interno di
un punto di ristoro. Intorno alle 13.15
di ieri un equipaggio della Sezione
Volanti del Commissariato, dopo una
segnalazione, è intervenuto in piazza
Crispi, dove poco prima era avvenuta
una aggressione ai danni di una
giovane donna, all’interno di uno dei
posti di ristoro self service. La vittima
è stata trovata seduta sul marciapiede,
dolorante e con una borsa di ghiaccio
su un ginocchio, fornitagli da un negoziante
del posto.

Ha raccontato che poco prima, mentre
era intenta ad acquistare una bevanda
all’interno del vicino self service, un
uomo si è avvicinato intimandole di
consegnargli la borsa. Dopo il rifiuto
della donna il malvivente ha iniziato
a prenderla a calci. Poi è fuggito ma
è stato identificato grazie alle riprese
filmate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche