23 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Aprile 2021 alle 15:58:51

Cronaca

Truffa milionaria, indagato l’amministratore delle FSE


Ñ

BARI – C’è anche l’amministratore delegato delle Ferrovie Sud-Est, l’avv. Luigi Fiorillo, tra le persone iscritte nel registro degli indagati per una presunta truffa. Al centro dell’inchiesta coordinata dal pm di Bari, Isabella Ginefra, Venticinque carrozze Silberling, acquistate di seconda mano in Germania e ristrutturate presso la Gredelj di Zagabria per adattarle all’utilizzo sulla rete delle FSE. Una operazione da 22 milioni di euro finita nel mirino dei militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza. L’ipotesi è che il costo della fornitura, finanziata con fondi ministeriali, sia stato in qualche modo gonfiato. L’operazione sarebbe stata effettuata tramite un intermediario polacco.

L’ipotesi investigativa è la truffa ai danni dello Stato: secondo una perizia commissionata dalla Procura di Bari, infatti, il valore reale dell’operazione (acquisto delle carrozze, ristrutturazione, consegna e messa in esercizio) sarebbe inferiore di almeno tre milioni di euro a quanto le Sud-Est hanno effettivamente pagato. Il fascicolo è nato a seguito di una segnalazione dell’Agenzia dell’Entrate, che tra il 2009 e il 2010 avrebbe rilevato la vendita delle carrozze e il loro successivo trasferimento dalla Germania alla Croazia in regime di esenzione Iva. Un problema fiscale, che si sarebbe però rivelato marginale rispetto a quello oggetto dell’inchiesta. Lo scorso anno i finanzieri hanno eseguito numerose acquisizioni documentali, anche per rogatoria, con lo scopo di ricostruire il percorso e la storia delle carrozze comprate di seconda mano. Gli indagati sarebbero complessivamente cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche